• Biografia
  • agenda
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > agenda > 27 gennaio | Bosisio, ICS: ospite Oliviero Beha per la...
    23
    gen.
    2016

    27 gennaio | Bosisio, ICS: ospite Oliviero Beha per la giornata della memoria

    Condividi su:   Stampa
    Oliviero Beha, "Un cuore in fuga"
     
    Oliviero Beha, "Un cuore in fuga"

    L’Istituto Comprensivo di Bosisio Parini ha organizzato un importante evento per celebrare la Giornata della Memoria. “Il progetto “Shoah” è uno dei progetti cardine del nostro piano dell’offerta formativa e tutti gli anni in ogni plesso vengono organizzate delle attività che possano offrire uno spunto di riflessione con i ragazzi” ha spiegato il dirigente scolastico Orsola Moro.

    Quest’anno le classi quinte della scuola primaria “Italo Calvino”, insieme ai loro insegnanti Paola Appiani, Sara De Bari, Loredana Mazzanti, Annunziata Pisano e Paolo Mauri, hanno letto il romanzo di Oliviero Beha “Un cuore in fuga, incentrato sulla figura di Gino Bartali che, oltre ad essere stato un grande campione di ciclismo, ha avuto un ruolo cruciale durante il secondo conflitto mondiale contribuendo a salvare centinaia di ebrei e venendo insignito del titolo di “Giusto tra le Nazioni”.
    I bambini, su questo tema, hanno anche realizzato un video (“I giovani raccontano la Shoah”) che hanno inviato al concorso, bandito dal Ministero, superando le selezioni regionali e accedendo alla finale nazionale.

    Oliviero Beha sarà presente a scuola la mattina del 27 gennaio e risponderà alle domande che i bambini vorranno rivolgergli in merito al suo libro. La sera, invece, alle 20.30, è in programma una conferenza presso la sala del Centro Studi Parini a cui è invitata tutta la cittadinanza.

    Sul sito dell’istituto sono proprio gli alunni delle classi quinte a raccontare il progetto. ”Lo scrittore ci ha fatto scoprire che Gino era una persona coraggiosa, sicura di sé, generosa, altruista, eroica, curiosa, determinata, forte, potente, veloce, tenace, furba, ingegnosa, abile e astuta. Bartali ha saputo scegliere, in un momento difficile della storia, una strada importante e coraggiosa piena di rischi, corse e segreti. Davanti alla proposta di salvare gli ebrei, scelse l’aiuto e non l’indifferenza. Un grande eroe che ha rischiato la sua vita e quella di tutta la sua famiglia per salvare la vita di tanti che non meritavano un brutto e ingiusto destino. Il nostro lavoro vi permetterà di viaggiare nella “Memoria” di questo personaggio per far capire a tutti che “il bene si fa e va raccontato perché rimanga patrimonio dell’umanità”.

    Il 27 gennaio gli studenti ricorderanno la Shoah con un eroe che ha fatto la differenza durante la Seconda Guerra Mondiale.

    Postato da Redazione
     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook