• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Pannelli solari, spamming e burocrazia
    17
    feb.
    2004

    Pannelli solari, spamming e burocrazia

    Condividi su:   Stampa

    Enel e i pannelli fotovoltaici Nel 2001 raccogliendo un invito della regione Marche che cofinanziava la messa in opera di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica pulita, aderii all'inziativa. Dopo avere presentato la domanda per avere il contributo ed avendo ricevuto risposta affermativa nel 2002, posizionai nel tetto della mia abitazione in Chiaravalle (AN) un pannello fotovoltaico. In febbraio 2003 sottoscrissi un contratto con L'Enel perch? l'energia prodotta venisse posta a conguaglio con l'energia consumata alla scadenza dell'anno solare?.

    Per tutto l’anno 2003 ho pagato le bollette Enel relative ai miei consumi. Con somma sorpresa
    mi accorgo dell’invio di una bolletta Enel scadenza 1/3/2004 per il
    pagamento del consumo di energia senza nessuna menzione del conguaglio
    previsto. Alla mia richiesta di chiarimenti nessuno dell’ufficio Enel da una risposta. Mi rivolgo a chi ha venduto l’impianto che mi dice che la
    situazione ? cos? in tutta italia: L’ENEL non intende mantenere fede agli
    impegni contrattuali assunti. Mi sembra che ci troviamo di fronte al caso Telecom (numeri pirata) da lei
    brillantemente risolto e ritengo che questa potrebbe essere una nuova bella
    battaglia da fare tutti insieme per il rispetto dei cittadini.
    BehaBlog ringrazia Raffaella Novelli
    E-mail indesiderata
    Ho ricevuto una mail indesiderata e maleducata. Cazziateli, non se ne pu? pi?!!! Riporto il messaggio:
    Britney ti ha dedicato alcuni versi d?amore, per leggerli clicca qui sotto (?) e inserisci questo codice: IHvln
    Questa mail ? stata generata in automatico dal nostro server,
    pertanto eventuali mail spedite a questo indirizzo verranno ignorate.
    Se non vuoi pi? ricevere versi d?amore clicca qui sotto (?)Clicca se non vuoi pi? ricevere, capito? E chi gli ha dato il mio indirizzo? Grazie e complimenti.
    BehaBlog ringrazia Attilio Negrini
    Abusivismo e lentezze dell?amministrazione Italiana
    L’abusivismo in materia edilizia commesso dal cittadino viene, a ragione, denunciato ed ? il tema di numerose trasmissioni, articoli, mentre, quello commesso dai numerosi servizi pubblici responsabili dell’edilizia non ? mai messo in discussione, neanche riconosciuto.
    Esempio: la storia di una coppia di stranieri residenti in Italia da pi? di 20 anni e che, avendo
    deciso di stabilirsi, in tutta legalit?, in questo paese, aspettano da sei anni di vedere il loro diritto ad edificare riconosciuto. Dopo avere fatto la trafila obbligatoria di tutte le amministrazioni possibili ed
    immaginabili (Comune di Roma, Roma Natura, Regione Lazio, Soprintendenze
    statale e comunale dei beni archeologici, ACEA, numerose commissioni e dipartimenti tecnici, per citarne solo alcune ), stanno sempre allo stesso punto… senza un motivo valido, razionale o convincente.
    BehaBlog ringrazia Younes Bouarfa

    Argomenti:
     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook