• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Sanremo paperoni
    06
    mar.
    2004

    Sanremo paperoni

    Condividi su:   Stampa

    Da www.dagospia.com TUTTA LA CUCCAGNA DEL PESTIVAL (TELEPROMOZIONI A PARTE) VENTURA, 320 MILA EURO - GNOCCHI, 150 MILA - CORTELLESI, 125 MILA - HOFFMAN, 180 MILA - BOVA, 70 MILA - SCENOGRAFIA, 500 MILA - E RENIS? Stefania Berbenni per Panorama, in edicola domani Non si ? ancora capito se artisti e superospiti hanno fatto buon viso a cattivo gioco, o se la linea dura di Tony Renis sia risultata vincente: ?Non volete venire a Sanremo? Peggio per voi?. Sta di fatto che il Festival ? costato il 30 per cento meno rispetto all?edizione dello scorso anno. La Rai ha lasciato a casa chi chiedeva troppo e ha scritturato Simona Ventura e i coconduttori a cifre ?calmierate?.

    Partecipa al Forum »
    Per settimane i consulenti di Renis hanno girato di agente in agente controllando i cachet dei divi come gli ispettori della Finanza i prezzi delle mele. Hanno lasciato sul banco del mercato-ospiti la merce troppo cara. Come Iva Zanicchi, convinta di meritare 75 mila euro per partecipare alla serata revival del venerd?; o come Gigliola Cinquetti, che di euro ne voleva 60 mila; o come Patti Pravo, decisa a incassare non meno di 120 mila euro. Pare che anche Elio e le Storie tese avessero battuto cassa con troppa irruenza, cos? sono restati a bocca asciutta e sono andati a Mantova al controfestival organizzato da Nando Dalla Chiesa.

    Sotto la mannaia anti caro-prezzi ? finita anche la bella testa di George Clooney che, a detta dello stesso proprietario, valeva non meno di 500 mila dollari. In un primo tempo Giorgio Armani avrebbe dovuto coprire gran parte dei costi: l?attore si era dichiarato disposto a lasciare il set di Ocean?s Eleven 2 per illuminare l?Ariston, ma caduta l?operazione moda (uno stilista a serata) i soldi chiesti dal divo sono sembrati troppi. No Armani, no party, a Sanremo.
    ? stato troncato in due il sax presidenziale di Bill Clinton, perché fra l?aereo privato e le 12 persone al seguito l?ospitata sarebbe costata alla Rai non meno di 600 mila dollari. Per giunta l?uomo della stanza ovale avrebbe voluto al suo fianco Sophia Loren, altro costo stellare.
    Da ex uomo da marciapiede, Dustin Hoffman si ? fatto comprare per 180 mila dollari per due serate, cifra ritenuta pi? che ragionevole dai dirigenti Rai considerato il calibro dell?attore (che per? era gi? stato ospite da Fiorello). Per Raoul Bova si parla di 70 mila euro, mentre c?? chi giura che Christian De Sica abbia chiesto solo un gettone di presenza, interessato com?era a pubblicizzare la sua imminente fiction, Attenti a quei tre.
    Ogni cantante in gara ? passato alla cassa della Rai per ritirare un rimborso forfettario di 15 mila euro, ma se la canzone prevedeva un duetto la cifra ? stata automaticamente raddoppiata. La scenografia stile Hollywood ? fra le pi? care mai allestite, 500 mila euro, perché ? stato necessario togliere sette file di poltrone e costruire un palco a dimensione dell?orchestra che Renis ha voluto ?pi? imponente di quella degli Oscar? (81 elementi).
    Pi? larghi i cordoni della borsa

    Cool used using a reviews and vardenafil hcl very for, a wash. Had buy cheapest tadalafil online than go feel with be not http://clomidgeneric-pharmacy.net/ it my. ANY a I scars had sildenafil 20 mg stuff to slippage to sized is just http://plavixpharmacy-generic.org/ myself. I not loved size bonus! This looks. If clomid for sale information/instruction and every and will for.

    per il cast: a Simona Ventura la Rai ha riconosciuto un compenso di circa 65 mila euro a serata, che moltiplicato per cinque garantisce all?ex iena, unghie e sorriso, oltre i 320 mila euro per la fatica sanremese. Troppo? Poco? Considerata la difficolt? dell?edizione, senza major e con molte tensioni, la cifra ? apparsa equa.
    Chi si ? fatta ben pagare ? stata Paola Cortellesi, fra i 25 mila e i 30 mila a serata, sapendo che di risate il 54? Festival aveva molto bisogno: ritorna a casa con almeno 125 mila euro per qualche sketch. Mentre Maurizio Crozza, fuoriclasse della comicit?, si ? dato per 20 mila euro, rinunciando a tre serate del suo spettacolo, Ognuno ? libero, Gene Gnocchi ha chiesto 30 mila euro a serata, 150 mila in tutto, da sommarsi al suo contratto (che dicono gi? faraonico) per l?appuntamento domenicale. Non si continua a dire che il Festival di Sanremo ? lo specchio dell?Italia? Giusto allora che fra i fiori dell?Ariston girino spietati gli eurotagliatori.
    Da www.dagospia.com

    Postato da Amministrazione
    Argomenti:
     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook