• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Miracoli del software
    04
    mag.
    2004

    Miracoli del software

    Condividi su:   Stampa

    Gentile Oliviero, la mia storia consta di un preludio, due atti e il solito finale... Preludio (l'ambizione) Da buon neolaureato in sociologia, collaborante con una piccola azienda che fa ricerche di mercato e sondaggi d'opinione, ho deciso di aprire una Partita IVA avvalendomi delle agevolazioni per le nuove attivit? produttive come da art. 13 Legge 388 del 2000. Per inciso, le agevolazioni tendono ad alleggerire il costo ed il peso burocratico delle pratiche fiscali obbligatorie per chi ha un'attivit?, per promuovere i "nuovi imprenditori".

    Atto I (la buona novella)
    Da buon neolaureato in sociologia, mi sono informato di tutte le possibili agevolazioni per via telematica, visitando il sito dell’Agenzia delle Entrate: http://www.agenziaentrate.it
    Tra le agevolazioni, vi ? quella di poter richiedere l’assistenza fiscale telematica tramite apposita richiesta da presentare al momento (o comunque entro 30 gg da) dell’apertura della Partita IVA. L’assistenza ? garantita tramite un SOFTWARE scaricabile direttamente da www.finanze.it e da un tutor dell’agenzia delle entrate di competenza (la mia ? quella di Treviso). Tale assistenza telematica permette l’invio ogni 3 mesi, grazie al programma apposito, di tutti i movimenti contabili, e la persona/ditta che si avvale di tale strumento si trova agevolata in quanto non ? pi? necessario il ricorso al solito commercialista di fiducia, con un risparmio di almeno 1500 euro annui di compenso per le prestazioni. Inoltre, avvalendosi del cosiddetto “Tutor fiscale” (software + persona incaricata) si ha diritto anche ad un credito d’imposta di circa 300 euro per l’acquisto di Computers o simili.
    Atto II (la dura realt?)
    Da buon neolaureato in sociologia, entusiasta di poter scardinare i soliti luoghi comuni, mi convinco che in Italia le cose funzionano, che basta saperle cogliere ed essere informati… mi reco all’agenzia delle entrate di Oderzo (TV), sede staccata di quella di Treviso, chiedendo informazioni sulla cosa. Il sig. Santi mi rimanda alla sede centrale di Treviso, dicendomi che il “Tutor”, ovvero la persona esperta che mi avrebbe aiutato si trovava l?. Passa una settimana (tempo fisiologico per prendere un appuntamento e cercare di perdere meno tempo possibile, visto che oltretutto ho appena iniziato un lavoro…) vado a Treviso e parlo con il signor Vitalini, dichiarando le mie intenzioni.
    Passa il tempo di appoggiare l’ombrello (pioveva…) e capisco subito che il sogno si ? annullato e le chimere hanno sub?to un destino simile a quello di una bolla di sapone… Il sig. Vitalini, molto disponibile tra l’altro, mi dice che non conviene chiedere il tutoraggio fiscale telematico perch? si sono verificati numerosi problemi con il software, perch? il tutor fiscale “persona” praticamente a Treviso non c’? e perch? ? pi? che altro una trovata “politica” fatta tanto per sbandierare di essere all’avanguardia. Mi dice inoltre che il progetto (avviato tra il 2000-2001) non ha ricevuto pi? i fondi necessari e che molte persone che avevano fatto richiesta del tutoraggio hanno ritirato la domanda trovandosi in difficolt?. Mi dice che l’assistenza fiscale me la daranno ugualmente, ma recandomi di persona all’agenzia e non per via telematica. Si incazza pure perch? gli hanno fatto fare una figura di… con una inglese che aveva un machintosh con il quale il software non funzionava…
    Solito Finale (la resa)
    Da buon ascoltatore di Radioacolori, mi sono messo in coda per aprire Partita IVA SENZA l’ausilio del tutor telematico, SENZA il credito ‘imposta, SENZA soprattutto aver sfatato il luogo comune come sperato nel pio desiderio…
    P.S. tutti i verbi che ho usato per descrivere il servizio di tutoraggio telematico offerto dall’agenzia delle entrate dovrebbero essere, a mio avviso, declinati al condizionale.
    BehaBlog ringrazia Fabio Marzella

     commenti
    Commenti
    5
    Lascia un commento
    edpyklgoxsz .
    18/03/2012 alle 13:31
    FLxW0m , [url=http://buodwwqzqpdx.com/]buodwwqzqpdx[/url], [link=http://tstiuihhxmxq.com/]tstiuihhxmxq[/link], http://wjeamfnntbtx.com/
    fkxrafeth .
    17/03/2012 alle 13:46
    yNznFu lgqcunzgpvov
    cdyidglqje .
    15/03/2012 alle 20:41
    xuN2ck , [url=http://afhbqwuqovdk.com/]afhbqwuqovdk[/url], [link=http://hwuixkddvbme.com/]hwuixkddvbme[/link], http://kmnkjbuwcedo.com/
    aaojxnyjca .
    15/03/2012 alle 16:25
    1XuvQl iztunvwkjqtz
    Priya .
    15/03/2012 alle 10:39
    Actually, a double layuot, a double front, a double front half out, are all worth a D, but she grew too tall for her double layuot and the backward landing put a lot of stress on her ankle, so she switched to a double front. But the double front, while it didn't hurt her ankle as much, was hard for her to land since the landing is blind. So she switched to the double front half out, so she can spot the ground easier but it does put stress on her ankle.

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook