• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Il golf nel parco
    05
    mag.
    2004

    Il golf nel parco

    Condividi su:   Stampa

    Il Parco Alto Milanese ? uno dei pochi polmoni verdi di una certa dimensione rimasto tra Milano e Varese. Un parco prezioso, fatto ancora di boschi e di campi arati. Il Comune di Busto Arsizio ha per? deciso di realizzarvi una serie di impianti sportivi, a partire da un campo di golf a 9 buche che coprirebbe un?area di 110 mila metri quadrati. Al progetto si oppongono le associazioni ambientaliste locali (Legambiente, WWF Lipu): in questo modo ? denunciano - si privatizzerebbe un?area pubblica, per realizzare impianti a pagamento chiusi da recinzioni, e si creerebbero notevoli problemi di impatto ambientale, come l?ingente consumo d?acqua in zone dove d?estate deve essere razionata e l?inquinamento da diserbanti.

    In Lombardia, inoltre, ci sono almeno una cinquantina di campi da golf: ? necessario realizzarne altri, soprattutto all?interno di un parco pubblico?
    Dopo 14 anni dalla sua istituzione, il Parco Alto Milanese non ha ancora il previsto Piano Territoriale di coordinamento, lo strumento che servirebbe a pianificare lo sviluppo del parco e che era previsto fin dalla formazione del parco. Invece, con questo progetto, denunciano gli ambientalisti, sembra che si voglia sempre di pi? ridurre il Parco Alto Milanese in un centro divertimenti.

    I campi da golf sono sempre pi? contestati anche in altre parti d?Italia, dal Trenitino (i campi di Marocche di Dro, di Tenno e di Ton?dico) fino alla Sicilia ed alla Sardegna (il campo di Is Arenas).

    Argomenti:
     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook