• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Smart card mai ricevuta
    14
    mag.
    2004

    Smart card mai ricevuta

    Condividi su:   Stampa

    Il 29 ottobre 2003 ho stipulato un contratto con la Sky Italia per la visione dei canali Primo Sky + Cinema pagando la somma di 89 euro. Non ricevendo la necessaria Smart Card per la visione dei programmi ho fatto innumerevoli telefonate al call center, peraltro a pagamento, senza ottenere nessun risultato.

    Il 15 dicembre, esasperata dalla situazione ho inviato una lettera raccomandata ricevuta di ritorno dove chiedo la risoluzione del contratto per inadempimento.
    Il 30 dicembre dato che non avevo ricevuto nessuna risposta inviavo una seconda lettera raccomandata ricevuta di ritorno confermando il recesso per inadempimento e chiedendo la restituzione del danaro versato.
    Non mi sono rivolta al legale perch? la somma in gioco (89 euro pi? le due raccomandate) non giustificava una causa.
    Infine il primo marzo 2004 ricevo dalla banca la comunicazione che SKY ITALIA SPA aveva utilizzato il R.I.D. per prelevare la somma di euro 345,79 dal conto corrente.
    A questo punto la situazione ? diventata intollerabile e sono ricorsa al legale il quale ha citato in giudizio la Sky Italia e ha presentato altres? denuncia penale per furto. Il problema ?: alla sky leggono le lettere degli utenti?. Pare di no, per loro l’unico problema ? prendere il denaro.
    Preciso di non aver MAI visto un minuto di trasmissione di Sky in quanto non ho MAI ricevuto la Smart Card.
    BehaBlog ringrazia Renza Calcagno

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook