• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Potete aiutarmi a capire?
    21
    mag.
    2004

    Potete aiutarmi a capire?

    Condividi su:   Stampa

    Vi scrivo perch? ho qualche perplessit? su le multe che mi sono arrivate. Vi spiego subito, sono residente a Sesto San Giovanni (MILANO), ma domiciliato a Firenze per lavoro, possiedo uno scooter e in data 26 Aprile 2004 mi sono arrivate a Milano 3 multe per passaggio su corsia preferenziale in Via Panzani a Firenze.

    Con stupore mi sono fatto spedire le multe da mia madre e leggendo bene le multe sono state effettuate da una telecamera che controlla l’ingresso nella su citata via (che va dalla stazione di Santa Maria Novella al Duomo). Fino a qui direte tutto ok?.le paghi e basta. Ma il problema che vi espongo ? il seguente, ad una prima analisi “grossolana” cio? quella che valuta un qualsiasi automobilista che transita nella zona, spicca subito un bel cartellone gigante che dice divieto di transito dalle 7:30 alle 19:30 per le automobili, divieto di transito dalle 10:30 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 17:30 per i motorini rientranti nella normativa Euro 1 e Euro 2 (il mio rientra in questa categoria), poi tutti i mezzi autorizzati, quindi ambulanza, polizia, autobus etc etc, ma ecco la prima cosa strana, su lo stesso cartello c?? il divieto 0-24 per le automobili (allora non si capisce perché prima ci siano degli orari di transito). Ora fatto questa dovuta specificazione, inizia il bello, le multe mi sono arrivate tutte al di fuori degli orari indicati sul cartello (12:45, 19:03 e 02:07) qundi teoricamente si tratta di un semplice errore, invece no, perché una volta fatto richiesta di delucidazioni ad un vigile (molto gentile e disponibile) e spiegata la medisima situazione, mi fa notare che il cartello in questione non si riferisce alla strada da me imboccata, ma a quella accanto, perché come dovrei ben sapere i cartelli di segnalazione, stanno di norma sulla destra della strada segnalata, quindi il cartello in questione non lo devo tenere in conto, quindi mi dice che c?? un cartello (questo si sulla destra della sede stradale) proprio all?ingresso di via Panzani che vieta a chiunque l?ingresso tranne per i residenti della zona “A” e per i soliti mezzi sopra descritti in quanto corsia preferenziale per gli autobus. A quel punto con molto stupore (perché nel frattempo ricevevo notizie di altre persone raggiunte dalle mie medesime multe come tipologia) mi reco nuovamente sul posto (la via incriminata) e dalla prospettiva di un qualsiasi uomo motorizzato su la faccia di questa terra (quindi su la strada incriminata, come per imboccarla), guarda?guarda, ma del cartello in questione nessuna traccia. Fino a quando parcheggiando il motorino e andando per marciapiedi, non noto che il cartello c?? !!! Anzi sono presenti addirittura due cartelli uno 20 metri prima e l?altro esattamente da dove inizia il divieto. Quidi voi mi direte, ma allora che vuoi ??? Semplice, il cartello in questione (quello valido per legge, in quanto posto ove inizia il divieto) ? molto mobile, tanto e vero che al momento della mia perlustrazione, era praticamente parallelo alla strada, quindi invisibile dalla prospettiva stradale !!!. A testimonianza di questo ho scattato 20 fotografie, notando fra le altre cose diversi problemi, che vi vado ad elencare (tutti supportati da fotografie).
    A parte il fatto (gi? grave) che il cartello in questione sia molto “ballerino” la linea gialla posta come segnaletica orizzontale, che delimita la corsia preferenziale inizia un 20 metri dopo la telecamera posta per vigilare, ma il bello ? che subito dopo la telecamera, ci sarebbe il modo di svoltare per non imboccare la corsia preferenziale e quindi rispettare il cartello (sempre che qualcuno abbia la capacit? di notarlo), anzi ci sarebbero due alternative, una a destra e una a sinistra, peccato che la via su la destra (che porta a piazza Santa Maria Novella) sia chiusa da lavori in corso (ormai da parecchio) e quindi non praticabile, invece la via su la sinistra, chiusa da una catena !!! De la seria hai sbagliato paga !!! Il bello ? che proprio dove c?? la possibilit? di svoltare a sinistra, ma sapientemente ostruita dalla catena c?? il cartello di divieto di transito (questo bello fisso, non “ballerino”) con tanto di obbligo ad andare a sinistra?si ma dove se ? sbarrato dalla catena!
    Alla luce di tutto questo, mi sembra chiaro che il tutto ? parecchio studiato per tirare su soldi a palate in quanto multe per quella strada ne fanno a raffica !!! Ma la cosa pi? bella ? che la stragrande maggioranza della gente pensa che il cartello da seguire sia quello su la sinistra (per forza quello su la destra non si vede!!!). Un ultima cosa, un po di tempo fa una emittente tv tir? su un gran polverone per una questione che si verifica anche qui, in pratica in questa trasmissione si diceva che i cartelli stradali per essere validi devono avere il numero di ordinanza e la data di tale ordinanza impressi nel lato posteriore del cartello stesso, altrimenti il cartello pu? venir considerato nullo. E? ancora cos? o le cose sono cambiate ??? Anche perché sul cartello “ballerino” questi due dati non sono presenti, mentre sono presenti il numero di permesso e la data di concessione alla ditta appaltatrice che ha stampato i cartelli, non ? che questi dati ora siano sufficienti per fare rimandi e quindi eventualemte convalidare i dati mancanti?
    In attesa di una Vostra sollecita, quanto gradita risposta, porgo Distinti Saluti.
    BehaBlog ringrazia Victor Magon

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook