• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > La cina mette gli sms sotto controllo
    07
    lug.
    2004

    La cina mette gli sms sotto controllo

    Condividi su:   Stampa

    da www.corriere.it I messaggi spediti con i telefonini verranno filtrati per verificare che non ci siano ?idee sbagliate? PECHINO - Ogni sms spedito da un telefonino cinese sar? controllato e il suo contenuto verr? filtrato per capire se ci sono elementi pornografici o fraudolenti. Ma il vero obiettivo di questa azione decisa dal governo cinese potrebbe essere individuare i dissidenti politici.

    E’ ?Reporters sans fronti?re? a denunciare l’ulteriore passo avanti compiuto dal governo di Pechino nel controllo della comunicazione elettronica. Il programma di monitoraggio degli sms secondo ?Reporters sans fronti?re? serebbe gi? partito e costituirebbe un controllo completo, in tempo reale, di tutto ci? che passa sui display dei cellulari cinesi, riguardando i quasi 300 miliardi di sms, spediti ogni anno.
    ?TUTELARE I CITTADINI DA IDEE SBAGLIATE? – L’obiettivo dichiarato dal governo ? la tutela dei cittadini da ?idee sbagliate? . Nel mirino delle autorit? sono finiti i contenuti osceni, pornografici e violenti. Ma il timore ? che il vero scopo dell’iniziativa sia rintracciare, schedare e colpire tutti i cittadini che hanno idee reazionarie e lontane dalle linee di comportamento stabilite dal governo.
    ALLARME AUTOMATICO PER LA POLIZIA – Il sistema di controllo, messo a punto dall’Accademia delle scienze cinese, ? elaborato per scovare parole chiave inserite nelle liste stilate dal governo che potrebbero individuare contenuti sovversivi e proibiti. Secondo ?Reporters sans fronti?re? il sistema ? stato studiato dalla Venus Info Tech e sarebbe in grado non solo di individuare i contenuti sospetti, ma anche di conservare tutti i messaggi spediti da numeri che sono considerati pericolosi. La presenza nei messaggi di parole chiave sospette pu? far scattare un allarme automatico alla polizia.
    da www.corriere.it

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook