• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > La corsa al cliente
    10
    lug.
    2004

    La corsa al cliente

    Condividi su:   Stampa

    Sono della provincia di Milano. Sono abbonato telecom italia (TI). Tramite il sito di Fastweb (FW) ho inviato una richiesta di invio del loro contratto per capire di cosa si trattasse. Pochi minuti dopo FW mi ha chiamato per prendere appuntamento, io ho detto che non ero interessato ma volevo solo ricevere il contratto per valutare autonomamente.

    Senza che abbia fatto disdette o firmato contratti con FW, TI circa 10 giorni dopo mi ha staccato la linea. Al 187 mi hanno detto che risultavo passato ad altro operatore. FW mi chiamava tutti i giorni, evidentemente contando sulla mia arrabbiatura, proponendomi promozioni per passare da loro.
    Con il 187 ho avviato la richiesta di riattivazione e, dopo 20 giorni senza linea, oggi mi ? stato attivato il telefono, per internet ci vorranno ancora 10 gg. Trovo assurdo che debba pagare la riattivazione come se avessi chiesto io di passare ad altro operatore.
    TI sostiene che se FW passa loro un nominativo, sono costretti a staccare la linea ANCHE IN ASSENZA DI UNA FIRMA DEL CLIENTE.
    Insomma, FW ? stata scorretta, ma TI non pu? chiedermi oltre al danno (telefono staccato per 20 gg) anche la beffa di pagare la riattivazione. Sbaglio?
    BehaBlog ringrazia Mauro Vezzani

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook