• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Nuovi elenchi, spazio alla privacy
    22
    lug.
    2004

    Nuovi elenchi, spazio alla privacy

    Condividi su:   Stampa

    da www.ilsole24ore.com Dal 2005 solo chi manifesta il consenso ricever? pubblicit? a casa. Ma si potranno inserire cellulare ed e-mail Cambiamenti in vista per gli elenchi telefonici. In ottemperanza alle norme sulla privacy che provengono dall'Europa, il Garante per la protezione dei dati personali ha fornito delle indicazioni specifiche e vincolanti sulla realizzazione delle nuove rubriche telefoniche che avranno molto probabilmente un significativo impatto sugli utenti. La motivazione ispiratrice dell'autorit? di garanzia ? quella di tutelare la libert? degli Italiani di comunicare o meno a terzi i propri dati personali, cercando di limitare le intrusioni indesiderate nella privacy del singolo cittadino.

    Per questo, a partire dall’anno prossimo, sar? molto pi? articolata la possibilit? dell’utente telefonico di vedere comparire la propria identit? sull’elenco degli abbonati.
    Innanzitutto ogni singolo abbonato potr? scegliere liberamente se e come comparire nella rubrica telefonica. Si potranno specificare i dati che si desidera compaiano pubblicamente: solo il cognome, oppure il cognome con la semplice iniziale del nome, l’indirizzo, il titolo di studio e la professione, altri recapiti. Si potr? inserire l’indirizzo di posta elettronica, oltre che altri numeri di telefono (ad esempio dell’ufficio) e il proprio numero di telefono cellulare.
    Oltre a questa novit?, sar? possibile specificare se l’abbonato desidera o meno ricevere telefonate promozionali o messaggi pubblicitari al proprio domicilio. Solamente chi sceglier? di ricevere informazioni commerciali vedr? segnalato sull’elenco il proprio indirizzo con uno speciale simbolo. Chi avr? scelto di ricevere messaggi postali trover? accanto al proprio numero l’icona di una busta, chi avr? optato per le comunicazioni telefoniche vedr? l’icona di un telefono. Per chi accetta entrambi i tipi di messaggio, le icone saranno due. Di conseguenza, non potranno pi? essere utilizzati gli elenchi del telefono per invadere di pubblicit? chi non lo avesse espressamente richiesto.
    Queste significative novit? troveranno attuazione negli elenchi telefonici che verranno distribuiti agli abbonati verso la met? del 2005. A partire dai prossimi mesi ogni operatore telefonico avr? l’obbligo di inviare a tutti i vecchi abbonati un modello, preparato dall’Autorit? di garanzia, che informa gli utenti sui nuovi diritti che la disciplina della privacy riconosce loro.
    Entro il 31 gennaio 2005 gli operatori telefonici dovranno inviare l’apposito modulo ai loro utenti. Dall’1 febbraio il modulo andr? sottoposto anche ai nuovi clienti. Le risposte dovranno giungere agli operatori entro 60 giorni: gli utenti che non avranno provveduto a compilare e inviare il modulo verranno inseriti nell’elenco alle condizioni precedenti. Fino al 31 maggio 2005, poi, ci sar? tempo per l’immagazzinamento dei dati in un database unico, un archivio elettronico che sar? affidato a un ente esterno, probabilmente una sorta di consorzio. A partire dai primi di agosto tutta la procedura dovr? essere ultimata, per consentire la distribuzione dei nuovi maxi-elenchi a partire dalla seconda met? dell’anno.
    Per aiutare maggiormente gli utenti le societ? telefoniche saranno inoltre obbligate a mettere a disposizione del pubblico un recapito a cui rivolgrsi per avere informazioni in proposito.
    da www.ilsole24ore.com

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook