• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Un decoder digitale ‘terra terra’
    28
    lug.
    2004

    Un decoder digitale ‘terra terra’

    Condividi su:   Stampa

    Mio padre (74 anni) ha ordinato il decoder digitale terrestre, attratto dal risparmio offerto dal contributo statale e dall'idea (garantita dal numero verde) di poter vedere gratuitamente 220 canali. Quando ha ricevuto "il pacco" mi ha chiesto di fare i collegamenti e l'istallazione.

    Procedura semplice ma, invece dei 220 canali che mio padre si aspettava, il decoder ne riceveva solo 8 (canali che tra l’altro erano gi? sulla vecchia TV). Dopo essermi accertato che l’errore non fosse mio ho chiamato il servizio clienti per avere spiegazioni e mi hanno detto che ? gi? “una bella fortuna” riceverne 8, che in molte zone di Italia non se ne riceve nemmeno uno e che se avr? un po’ di pazienza nel 2007 mio padre potr? ricevere altri canali! Mi ? venuto spontaneo lamentarmi di “raggiro” e di “pubblicit? ingannevole” con la gentile operatrice ma, considerato che queste lagnanze rimbalzano come su un un muro di gomma, mi sono limitato a chiedere le modalit? del rimborso e ho cos? potuto comunicare a mio pap? che se avesse reimballato e rispedito il tutto avrebbe perso “solo” i 12 euro della spedizione. In fondo, una piccola cifra in confronto alla lezione che uno ne pu? trarre, cio? che truffe o truffette sono sempre in agguato. Quindi, attenzione… Grazie.
    BehaBlog ringrazia Livio Cade

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook