• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Spese di spedizione in conto anche con wind
    26
    ago.
    2004

    Spese di spedizione in conto anche con wind

    Condividi su:   Stampa

    In merito alla segnalazione riguardante le spese di spedizione delle fatture telefoniche, volevo sottolineare come questa spiacevole e ingiusta abitudine venga applicata anche dall' operatore di telecomunicazioni WIND - INFOSTRADA S.p.A. ma con un prezzo triplo rispetto a quello della Telecom, ossia di 0,60 Centesimi di Euro IVA inclusa.

    Non capisco come mai non si debba ricorrere anche contro questa compagnia telefonica che peraltro e sempre meno disponibile e ostile contro i problemi da essa stessa causati nei confronti dei propri clienti.
    Mauro Spagnuolo————
    ATTENZIONE!
    LE SPESE DI SPEDIZIONENON SONO A CARICO DELL’ABBONATO
    da www.giornaletecnologico.it
    Nelle bollette telefonica che Telecom Italia invia agli utenti viene sempre indicata una piccola somma che l?utente deve versare per coprire il costo della spedizione della bolletta stessa. Le cose per?, sembrano ormai destinate a cambiare. Secondo un giudice di pace di Catanzaro, infatti, che ha seguito un ricorso presentato dal Codacons, i costi devono gravare interamente sull?operatore telefonico.
    Telecom ? stata gi? costretta a rimborsare, con un assegno di 187 euro, una donna che aveva sollevato il caso tramite l’associazione dei consumatori Codacons. La somma comprende 20 centesimi di euro a bimestre, richiesti per i rimborsi delle spesa di spedizione sostenuti dalla ricorrente negli ultimi 10 anni, e un risarcimento di 60 euro imposto a Telecom dal giudice.
    “Le spese di emissione della fattura e dei conseguenti adempimenti e formalit? ? ha detto il giudice Luciano Pallini, che con la sentenza ha ribaltato una precedente decisione in materia – non possono formare oggetto di addebito a qualsiasi titolo. Le articolate argomentazioni della Telecom al fine di distinguere l’emissione della fattura dalla sua spedizione, onde legittimare la richiesta di rimborso delle spese e dell’Iva, pur offrendo qualche suggestione di plausibilit?, non sono affatto persuasive”.
    Per Telecom le cose potrebbero rapidamente mettersi male, infatti, “questa sentenza – ha detto un portavoce del Codacons – deve essere ora applicata a tutti gli utenti costretti a pagare le spese di spedizione della bolletta. Adesso partiranno migliaia di cause analoghe per liberare una volta per tutte l’utente dalla tirannia delle societ?. E abbiamo anche denunciato alla Guardia di Finanza l’indebita tassazione di una spesa non dovuta per legge”.
    Intanto gli abbonati che vorranno far richiesta di risarcimento potranno farlo contattando la sede Codacons pi? vicina che, a sua volta, veicoler? le richieste ai giudici di pace di tutta Italia.————

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook