• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Caro beha, parliamo di sport e libert?
    04
    ott.
    2004

    Caro beha, parliamo di sport e libert?

    Condividi su:   Stampa

    Continua ad essere assolutamente illiberale il rapporto tra associazioni sportive e atleti giovani oppure dilettanti che, per poter svolgere l'attivit? in una disciplina individuale o di squadra, sono necessariamente soggetti al tesseramento in una societ? o in un gruppo sportivo.

    In tutte le discipline (salvo rarissime eccezioni) la sottoscrizione del cosiddetto “cartellino” (eseguita dai genitori quali legali rappresentanti del minore d’et?) devolve irrevocabilmente e senza limiti di tempo la titolarit? dei poteri sulle prestazioni sportive dell’atleta alle associazioni.
    Il problema emerge nel caso di controversia fra l’atleta, che intende far valere la propria libert? di recedere dal rapporto associativo, e la societ? sportiva, che pretende di conservare il proprio patrimonio tecnico al fine di mantenersi competitiva e di ottenere un premio di preparazione o di addestramento, e diventa ancora pi? evidente quando si tratta di minori o di dilettanti che giocano per puro spirito amatoriale.
    Eppure la legge n°91/1981 ha riconosciuto, ma solo agli atleti professionisti (forse una dimenticanza del legislatore) nullo il divieto dello svincolo per scelta dell’atleta.
    Peraltro ? stato ribadito che il principio della libert? di associazione implica il diritto di dissociarsi, come previsto dall’articolo 20 della Dichiarazione dei diritti dell’uomo del 1948, e che rientra nella funzione del legislatore ordinario la regolamentazione dell’esercizio dei diritti costituzionalmente garantiti, quando la relativa disciplina dettata dalla legge ordinaria, o da quella pattizia da essa consentita, non sopprimano il diritto di dissociazione o ne rendano oltremodo ostico l’esercizio con modalit? oggettivamente coercitive, impeditive o preclusive (Cassazione civile, sentenza 14/05/1997 n. 4244).
    Dunque, se la libert? di recesso vale per ogni lavoratore, nonch? per qualsiasi associato a partiti politici o sindacati, non vedo perch? non debba spettare agli atleti che svolgono gratuitamente attivit? sportive, che devono essere incentivate e tutelate secondo il principio generale di libert?.
    Nelle categorie minori ? ormai diffuso l’impedimento o la cessazione dell’attivit? dell’atleta, che volendo trasferirsi ad altro sodalizio deve pagare (o far pagare) il prezzo della propria libert? agonistica a causa del vincolo sportivo che lo lega alla societ?. Tutto ci? rende il tesseramento un inconfutabile strumento di eccesso di potere attribuito alle societ?, con lesione di un principio che merita una protezione ben pi? radicale di quella comunque garantita dalla libera circolazione degli atleti nell’Unione Europea prevista dalla Corte Europea con la notissima sentenza Bosmann del 15/12/1995.
    Eppure, nonostante il diritto di praticare liberamente l’attivit? sportiva come normale lavoro full-time appaia una circostanza innegabile per qualsiasi atleta professionista, si continua a ritenere che, in difesa delle societ? e dei loro dirigenti, le prestazioni del singolo atleta debbano essere ricondotte a patrimonio di propriet? dei club che ne detengono il vincolo.
    Questa valutazione ? il frutto di una mentalit? che ha portato ad una massificazione degli atleti di ogni categoria e disciplina sportiva, calpestando la libert? personale con regolamenti che hanno sempre impedito al giocatore giovane o dilettante di scegliere la societ? in cui militare.
    Va dunque rilevata la dimenticanza del legislatore, giacch? la disciplina di cui alla legge 91/1981 riguarda unicamente lo sport professionistico con il riconoscimento della libert? quale privilegio esclusivo per gli atleti ricchi e famosi, mentre i dilettanti, gli amatori e i giovani che non riescono ad essere talenti restano ancora in balia di spregiudicati dirigenti che ne mercanteggiano i cartellini. Attribuendo maggior valore alla volont? delle societ?, le norme collettivistiche dei regolamenti sul vincolo sportivo hanno creato degli autentici “gulag” in cui molti giocatori vivono lo sport in cattivit? e, dato che le federazioni affiliate al CONI ne hanno il monopolio, sono indotti a restare inattivi o, in molti casi, a lasciare la pratica agonistica.
    Mi perdoni lo sfogo personale, anche se ho parlato in termini generali e prendendo buono spunto dalle parole di altri, io mi riferisco in particolare alla disciplina della Pallavolo in cui, attualmente, siamo costretti a vivere questa situazione.
    Se lo ritiene opportuno, e se pu? farlo, la prego di prendere in considerazione questa mia segnalazione. Le posso assicurare che non sono il solo a dover subire certe costrizioni ma sono in buona compagnia di qualche migliaio di altri atleti o genitori di atleti minorenni.
    La ringrazio dell’attenzione e le invio i miei saluti ed auguri perch? sia ripresa la sua trasmissione radiofonica inspiegabilmente interrotta.
    Fabrizio Fabbri

     commenti
    Commenti
    258
    Lascia un commento
    Norman Cicione .
    20/03/2012 alle 02:51
    Is that all? Can we all talk home furniture assembly right now?
    mulberry outlet uk .
    20/03/2012 alle 02:24
    I used to be recommended this website by means of my cousin.
    marzec 15 .
    19/03/2012 alle 23:41
    I would like to convey my affection for your generosity in support of persons that absolutely need help with this one concern. Your personal dedication to getting the solution throughout had been especially important and have constantly empowered most people like me to realize their pursuits. Your personal warm and friendly tutorial entails a lot a person like me and far more to my colleagues. Best wishes; from each one of us.
    Inhalatory .
    19/03/2012 alle 16:15
    Terrific Submit Caro beha, parliamo di sport e libert? | Oliviero Beha. thanks for share.. http://www.olivierobeha.it/articoli/2004/10/644n - add to favorite! Inhalatory
    Herman Bertozzi .
    19/03/2012 alle 15:01
    Rather intriguing and I hope it works for me.
    travertine tile backsplash .
    19/03/2012 alle 05:16
    Merely wanna say that this is invaluable , Thanks for taking your time to write this.
    donna forex community .
    19/03/2012 alle 04:47
    Today, while I was at work, my cousin stole my iPad and tested to see if it can survive a twenty five foot drop, just so she can be a youtube sensation. My apple ipad is now broken and she has 83 views. I know this is completely off topic but I had to share it with someone!
    affordable auto insurance .
    19/03/2012 alle 04:06
    Hi! This is my first visit to your blog! We are a group of volunteers and starting a new initiative in a community in the same niche. Your blog provided us beneficial information to work on. You have done a wonderful job!
    preis tief .
    19/03/2012 alle 00:54
    Das Leben wird nicht billiger doch ein Preisvergleich mit Gutscheinen kann Ihnen helfen, Geld zu sparen. Nutzen Sie unseren Service völlig kosten. Wir zeigen Ihnen, wie Sie bares Geld sparen können.
    Viagra .
    18/03/2012 alle 20:00
    A very neat post.And here is my site Generic Viagra
    Al Devin .
    18/03/2012 alle 19:57
    I have been browsing online greater than three hours these days, yet I by no means discovered any interesting article like yours. It is lovely price enough for me. In my view, if all website owners and bloggers made just right content as you probably did, the net will likely be a lot more useful than ever before. "Oh, that way madness lies let me shun that." by William Shakespeare.
    Hey There. I found your blog using msn. This is a really well written article. I抣l be sure to bookmark it and come back to read more of your useful info. Thanks for the post. I抣l definitely return.

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook