• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Bomba ecologica a messina
    07
    ott.
    2004

    Bomba ecologica a messina

    Condividi su:   Stampa

    La SMEB era un cantiere navale nonché uno stabilimento di degassifica per le petroliere che attraversavano lo stretto di Messina.

    Nel 1999 la degassifica si trasforma in smaltimento di rifiuti sempre petroliferi per? provenienti da vari stabilimenti, come quello di Priolo.
    Nel 2000 la magistratura dopo un’inchiesta sulla provenienza dei rifiuti, sequestra non la struttura ma una gran quantit? di fusti con sostanze sospette.
    Nel corso delle operazioni per lo smaltimento di questi rifiuti petroliferi tutti i lavoratori dell’Arsenale Marittimo della Base Navale e di Marisicilia e dei cantieri della Rodriguez scendono per strada per protestare per la gran puzza, che provocava irritazione agli occhi e senso di vomito.
    La protesta continua per settimane in giorni alterni. Dopo qualche mese la Provincia Regionale di Messina installa dei rilevatori di inquinamento… i dati sono sconcertanti: grandi quantit? di benzene, polveri ed altro immessi nell’aria e nel mare con soglie superiori alla norma.
    Si fanno denunce varie dall’ASL alla Procura della Repubblica. Nel 2004 il Magistrato risequestra la struttura. Ci domandiamo: ma tutti quei fusti con quelle sostanze che nel frattempo sono fuoriuscite ed assorbite dal terreno… perché le hanno lasciate per 5 anni l? all’aria aperta?
    Il Magistrato in un articolo pubblicato da un quotidiano locale parla di “sospetti” su sostanze radioattive che si possono trovare proprio l?. Intanto all’Arsenale Marittimo della Base Navale di Messina ci si ammala e si muore di TUMORE.
    Forse non ? collegabile alla SMEB ma mai nessuno si ? accertato di tutto ci?.
    Affettuosi saluti,
    Roberto Laudini

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook