• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Figli di una telecom ‘minore’
    25
    ott.
    2004

    Figli di una telecom ‘minore’

    Condividi su:   Stampa

    Su 8.121 comuni italiani quelli coperti dal servizio ADSL sono soltanto 2.129 (fonte: sito tin.it). Tra i comuni non coperti c'? il comune di Mozzanica (BG) per il quale pare che la Telecom non abbia la minima intenzione di di forire il servizio.

    C’? per? una cosa pittoresca o meglio scandalosa. A seguito delle richieste della cittadinza il comune ha preso contatti con la Telecom ed ha ricevuto la seguente risposta: se ci pagate 500.000 Euro (per cambiare la centrale) vi mettiamo l’ADSL. Siamo arrivati alla telefonia “fai da te”.
    Ma il canone a Mozzanica non ? identico al resto d’Italia?
    Sarebbe ora che l’ADSL venga considerato un servizio “primario” che Telecom, essendo di fatto monopolista nei collegamenti fisici (il collegamento del “filo”) deve garantire.
    Ottimo sistema sarebbe intervenire per legge sull’importo del canone, da ridurre in maniera significativa ove non viene garantito il servizio a larga banda.
    D’altra parte se la Telecom non la prendi “per il portafogli” non ci ricavi niente.
    Cordiali saluti,
    H. Brak

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook