• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Lamentele di una semplice laureanda
    05
    nov.
    2004

    Lamentele di una semplice laureanda

    Condividi su:   Stampa

    Salve, mi chiamo Serena, ascoltavo la sua trasmissione con interesse e visito spesso il suo sito e proprio perché conosco il tipo di denunce che vi trovano spazio. Ci ho pensato un bel po' prima di mandarle questa mail. Ora le spiego perch?.

    Sono piuttosto arrabbiata nei confronti della RAI, che dovrebbe essere un servizio pubblico, ma per quanto mi riguarda non si ? rivelato tale.
    Sono una laureanda in Scienze della comunicazione presso l’Universit? degli studi di Salerno e la tesi a cui sto lavorando riguarda la pubblicit? in radio. In realt? su indicazione del mio professore, l’argomento si ? ampliato e notevolmento spostato dal punto di partenza, in quanto adesso mi ritrovo a dover fare una tesi che abbia come prodotto finale la proposta di un nuovo programmma radiofonico.
    Come premessa a tale lavoro, devo effettuare uno studi su RadioRAI, in particolare su quali sono i suoi orientamneti futuri.
    L’unica indicazione che ho ricevuto ? che devo recarmi in via Asiago a Roma.
    Premetto che sono della provincia di Napoli, quindi Roma per me non ? proprio a due passi. Perci? prima di girovagare per Roma senza sapere a chi rivolgermi, ho cercato di prendere un contatto per telefono.
    Come conclusione delle mie numerose telefonate a Roma sa cosa ne ho ricavato? Un vero e proprio “ermetismo informativo”.
    Nell’ultima telefonata che ho fatto e che ? stata la goccia che ha fatto traboccare un vaso colmissimo, mi ? stato detto: “mi dispiace, ma la RAI assolutamente non fornisce questo tipo di servizi, se volessimo dare informazioni a tutti quelli che fanno una tesi riguardante la RAI, sa quanto tempo ci vorrebbe?”.
    Che sconforto.
    Faccio gi? molta fatica nel riuscire a star dietro al mio professore che a volte ha delle idee piuttosto stravaganti, se poi ci aggiunge il fatto che ho chiesto la tesi molto tempo prima per potermi laureare in regola, pu? capire la mia rabbia.
    Ho cercato di arrangiarmi da sola, non c’? giorno che non mi colleghi ad Internet nella speranza di trovare qualcosa che mi possa essere utile (la mia zona non ? coperta dall’ADSL, quindi sono costrette ad usare la normale connessione telefonica: bolletta del telefono alta+telefono di casa occupato), ma faccio continui buchi nell’acqua.
    Eppure non ? che io voglia sapere chiss? cosa. Mi servirebbe conoscere un po’ qual ? il funzionamento interno di una radio e soprattutto sapere come si realizza un programma radiofonico: da dove si comincia, se ci sono delle procedure da rispettare, quali sono le professionalit? coinvolte.
    Ma nessuno ? disposto a perdere tempo per queste cose.
    Ecco questa ? la mia denuncia.
    So che non ? di grande rilievo, per? ho voluto dire la mia ed evidenziare la totale mancanza di disponibilit? di questo servizio pubblico che dovrebbe essere la RAI.
    Spero di ricevere una risposta da lei, magari potrebbe smentirmi o invece potrebbe confermare le mie impressioni.
    Se poi potesse darmi qualche indicazione, non so un ufficio, una persona, un sito a cui potermi rivolgere, le sarei MOLTO MOLTO grata.
    Serena F.

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook