• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > 40 euro in quattro secondi
    19
    nov.
    2004

    40 euro in quattro secondi

    Condividi su:   Stampa

    Anche io mi sono visto addebitare 40? per quattro telefonate all'899024 della durata di 1 secondo ed effettuate tutte alle 15:30. Provate a comporre quattro volte il numero e sicuramente non risucirete a farlo in un solo minuto. Detto questo, aggiungo che non c'era nessuno a casa in quel momento, posso dimostrarlo dai tabulati degli orari di entrata e uscita dal lavoro. Mi sono poi imbattuto nella giugla del 187 dove trovare un uomo educato ? stato finora impossibile (le donne in questo caso molto pi? disponibili e comprensive). La risposta ? che per forza qualcuno presente in casa doveva esserci, altrimenti c'? chi si intromette sul numero.

    Alla richiesta su come fare per evitare che qualcuno possa telefonare dal mio numero senza per? essere in casa mi viene consigliato di effettuare un controllo fisico ai cavi del telefono in cantina. Cio? la linea ? della Telecom paghiamo un canone, ma il controllo devo farlo io… per cosa paghiamo allora?
    Purtroppo chi ci sostiene in queste piccole battaglie, dove anche Telecom, secondo me, ? complice?
    Vi prego, non ? il mio caso perch? 40? son poca cosa, cercate di inventarvi qualcosa per mettere fine a queste piccole truffe che per qualcuno che si vede arrivare bollette da 400-500 ? ? veramente dura.
    A volte non ? neppure il fattore economico ma la beffa che fa male. Ti senti impotente in una societ? che continua a ritenersi CIVILE.
    Saluti,
    Renato Marialto

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook