• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > K20 e ancora k20
    22
    nov.
    2004

    K20 e ancora k20

    Condividi su:   Stampa

    La prima settimana di settembre, mi sono state recapitate due multe, una a me e l?altra a mia sorella. I verbali notificavano che "si attraversava l'intersezione con via Santa Maria Maddalena con lanterna semaforica proiettante luce rossa per la propria direzione di marcia" (presso il comune di Arosio, in provincia di Como).

    Nel verbale di accertamento le ragioni ostative all’immediata
    contestazione sono espresse con la seguente dicitura: “attraversamento
    di incrocio con semaforo indicante luce rossa rilevata con
    apparecchiatura elettronica funzionante senza ausilio di operatore”.
    Noi abbiamo quindi contestato subito al Prefetto di Como inducendo
    questa motivazione:
    ?A tal proposito, si palesa la certa illegittimit? dell’accertamento
    dell’infrazione essendo lo stesso in contrasto con quanto prescritto
    dal provvedimento di omologazione dei documentatori fotografici di
    infrazioni, adottato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti
    Pubblici in attuazione di quanto stabilito dal novellato art. 201 comma
    1 bis del C.d.S..?
    Per effetto di tale provvedimento, infatti, “il dispositivo denominato
    AUTOSTOP K20 (questo ? l?apparecchio con cui ci hanno fotografato) pu?
    essere utilizzato soltanto come ausilio all’operatore di polizia
    presente sul posto”. (Decreto Dirigenziale n. 1135 – 18/03/2004, art.2).
    Ti scrivo, non tanto per spiegarti come ho fatto ricorso ma per
    chiederti?
    Ma come ? possibile che ad oggi (17/11/2004) ? arrivata anche la
    stessa multa a mio fratello, e a due mie zii??? Siamo diventati una
    famiglia di pirati della strada?? Come ? possibile che dopo aver
    scritto un articolo dell?accaduto sulla ?provincia di como?, diverse
    persone ci hanno chiamato per avere informazioni sulla multa presa,
    visto che sono stati colpiti anche loro???
    PERCHE? SENTENDO LA FEDERCONSUMATORI DI COMO CI DICONO CHE HANNO UNA
    MAREA DI PROTESTE PER QUESTE MULTE RICEVUTE TUTTE DAL COMUNE DI AROSIO?
    POSSIBILE CHE PASSIAMO TUTTI CON IL ROSSO?
    MA COME ? POSSIBILE CHE I VIGILI DI MARIANO COMENSE (CO) E DI GIUSSANO
    (MI) INTERPELLATI SUL DISPOSITIVO AUTOSTOP K20 DICONO CHE SI PUO?
    UTILIZZARE SOLO IN AUSILIO DEL VIGILE PRESENTE , MENTRE QUELLI DI
    AROSIO DICONO CHE ? LORO FANNO QUELLO CHE VOGLIONO??
    Faccio presente che nelle ultime multe i vigili hanno cambiato la
    dicitura ?attraversamento di incrocio con semaforo indicante luce
    rossa rilevata con apparecchiatura elettronica funzionante senza
    ausilio di operatore” con la seguente :? la violazione non ? stata
    contestata causa: in quanto l?operatore non era in grado di fermare
    l?utente della strada, perché privo di banchina d?arresto, la stessa ?
    rilevata con apparecchiatura elettronica?.
    Faccio presente che comunque l?operatore non lo ha visto mai nessuno? e che comunque se non c?? spazio ( ma non mi sembra a vedere l?incrocio) per la banchina d?arresto ? un loro problema.
    Spero almeno da te di avere delle risposte un po? pi? chiare, grazie
    mille.
    Francesco Pellegatta
    ————
    Allo stesso semaforo di Arosio ho preso una multa per passaggio con semaforo rosso grazie alla foto scattata dall’apparecchio autostop k20.
    Erano le 4.22 di notte e il verbale dice: “l’operatore non era in grado di fermare l’utente della strada perch? privo della banchina d’arresto.” ?!?
    Alle 4.22 di notte i vigili non sono nemmeno in sevizio.
    Non ho ancora presentato ricorso, non so se farlo alla Prefettura o al Giudice di Pace.
    Se qualcuno potesse aiutarmi a compilare il ricorso…
    Grazie,
    Mariangela Aggio -studiodiamante@tiscali.it————

    SEMAFORI ‘INTELLIGENTI’: OPPOSIZIONE ACCOLTA ?————

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook