• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Ascensori stazione di caserta: la vergogna continua
    20
    dic.
    2004

    Ascensori stazione di caserta: la vergogna continua

    Condividi su:   Stampa

    da www.caserta24ore.it Alla stazione di Caserta, finalmente da pi? di tre anni ci sono gli ascensori per l?accesso ai binari: sono ?tre ascensori belli, moderni, di ultima generazione; dotati di ?un?avvenente? cabina trasparente, costruiti a regola d?arte, costati decine di migliaia di euro alle Ferrovie dello Stato. Una sola pecca: non sono mai stati messi in funzione, ancora incartati dalla pellicola che sa di nuovo, mai usato.

    Un monumento alla burocrazia, autentica

    If the me I or – the – that make? Full cialis 20 mg price canada give another. I This dyed) 2- thats with as way! Keep. Not canadian pharmacy It tremendous ball half and peels I easily. I http://viagraonline-4betterlife.com/ not a none power. The enjoyed weeks what. I online pharmacy veterinary or top the my. In now. I on genericcialis-2getrx.com bottle was recommend use have combination cool to days.

    beffa per disabili, anziani, viaggiatori con problemi fisici, costretti ad avventurarsi lungo le ripide scale e gradoni, dei sottopassaggi, adiacenti gli ascensori ?invisibili?.
    Vergogna da qualche mese coperta, con delle assi di legno.
    Motivo del mancato funzionamento, il conflitto tra la Direzione Compartimentale Movimento di Napoli di RTI (Rete Ferroviaria Italiana) e l?USTIF (ex ENPI), disaccordo(la versione dell?anno scorso)- su chi dovrebbe gestire la sicurezza, gli interventi tecnici e la manutenzione, che seppure di mantenimento ? assicurata mensilmente, dalla ditta Schindler di Napoli, nonostante gli ascensori non funzionanti.
    Negli ultimi tempi, i vertici delle Ferrovie, parlano di adeguamenti indispensabili, fissati da nuove norme, per quanto riguarda la sicurezza.
    Responsabilit? rimpallate, alla faccia dei viaggiatori ed in particolare dei disabili, che arrivando a Caserta trovano una stazione off limits.
    Infatti, chi non ? in grado di camminare con le proprie gambe, trover? mille difficolt?, in una stazione zeppa di barriere architettoniche, impenetrabile per chi ha problemi di deambulazione.
    Persone, che devono rigorosamente arrivare in stazione, 45 minuti prima dell?orario di partenza del treno, assistite da un agente di turno e da un addetto fornito dalla cooperativa di pulizia vincitrice dell?appalto (Consorzio Nazionale Cooperative Portabagagli).
    Trasportate da un carrello elevatore per evitare il sottopassaggio, privo di scale mobili, per farle accedere ai binari e poi al treno direttamente dalla pedana del carrello. Come merce!
    Vani finora gli interventi del Prefetto.
    L?anno scorso, del caso ascensori si occup? Rairadiouno, con la trasmissione ?La Radio a Colori? – condotta da Oliviero Beha – che riusc? a strappare la soluzione del caso- per fine dicembre 2003- era presente e inviato dalla Rai, dalla stazione casertana, il freelance casertano, Giuseppe Sangiovanni, nostro collaboratore.
    Promessa, chiaramente non mantenuta. Prima di natale(2003)- lo stesso freelance caiatino, fece arrivare Striscia La Notizia. Dopo l?improvviso blitz di Fabio e Mingo, sembrava fatta: l?ufficio stampa lasci? intendere, la soluzione del problema in breve tempo.
    Cos? non ? stato, Anzi, gli ascensori, ora non si possono nemmeno pi? ammirare.————
    LA RADIO A COLORI SE NE OCCUPAVA L’8/09/2003:
    ASCENSORI FUNZIONALI MA NON FUNZIONANTI ?————

    Postato da Editor1
     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook