• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Voip, google si lancia all’assalto delle telecom
    24
    gen.
    2005

    Voip, google si lancia all’assalto delle telecom

    Condividi su:   Stampa

    da www.repubblica.it Il motore di ricerca pronto ad acquistare un network tlc globale Secondo molte indiscrezioni vuole entrare nella telefonia online Anche Google potrebbe presto fare il suo ingresso nel settore del Voip, la telefonia su internet. Secondo indiscrezioni sempre pi? insistenti, il leader dei motori di ricerca, recentemente entrato in Borsa, starebbe muovendosi per allestire un network mondiale attraverso il quale offrire telefonate gratuite o a bassissimo costo.

    Nei giorni scorsi, la societ? di Mountain View ha pubblicato un annuncio di lavoro per la posizione di “Strategic Innovator, Global Infrastructure”. Al nuovo assunto ? richiesta esperienza, tra l’altro, “nell’identificazione, selezione e negoziazione di ‘dark fiber’ sia in area metropolitana che su lunghe distanze per lo sviluppo di una dorsale globale” in America, Asia ed Europa.
    Parlando in termini pi? comprensibili, Google sta cercando qualcuno in grado di farle acquisire migliaia di chilometri di “dark fiber”, ovvero fibre ottiche gi? posate ma non utilizzate a causa degli alti costi operativi. Nello scenario pi? avanzato, Google si troverebbe proprietaria di un network planetario di telecomunicazioni paragonabile a quello dei grandi provider o delle grandi compagnie telefoniche. E’ lecito chiedersi, per farne cosa.
    Secondo il quotidiano britannico The Times, il motore di ricerca starebbe per lanciarsi in grande stile nel business della telefonia online. Un settore che ha conosciuto una notevolissima espansione nell’ultimo anno grazie soprattutto a software come Skype, che consentono a chiunque sia in possesso di una connessione internet di telefonare ovunque nel mondo a tariffe molto vantaggiose. Secondo molti analisti, il 2005 sar? l’anno della definitiva affermazione del Voip, con l’arrivo di grandi operatori e grandi investimenti.
    Secondo The Times, Google potrebbe essere della partita, mattendo in gioco il suo marchio e la sua ampia popolarit?. L’acquisizione della dorsale globale in fibra ottica sarebbe coerente con questa prospettiva, poiché darebbe a Google la possibilit? di fornire un servizio pi? affidabile e di migliore qualit? rispetto alla concorrenza, con un investimento relativamente basso. Quello attuale ? probabilmente il momento pi? vantaggioso per comprare le “dark fiber”, posate in grande quantit? negli anni Novanta, durante il boom della New Economy, e rimaste inutilizzate dopo il flop della bolla speculativa.
    Qualcuno osserva che non ? insolito, per grandi compagnie con eccezionali bisogni in termini di banda, acquisire fibre in proprio piuttosto che ottenerle in affitto da qualche provider. Ma il crescente interesse della compagnia fondata dal Sergey Brin e Larry Page per settori diversi da quello delle ricerche online autorizza a pensare a progetti pi? complessi.
    di Alessio Balbi

    Argomenti:
     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook