• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Casalinghe: entro oggi l’assicurazione infortuni...
    31
    gen.
    2005

    Casalinghe: entro oggi l’assicurazione infortuni inail

    Condividi su:   Stampa

    da www.ansa.it Le casalinghe che pagheranno entro oggi la polizza Inail contro gli infortuni (12,91 euro) saranno assicurate a partire dall'inizio dell'anno mentre quelle che decideranno di pagare a partire da domani saranno coperte contro gli infortuni solo dal giorno nel quale hanno versato il premio per il 2005. Lo precisa la Federcasalinghe in una nota nella quale spiega che la penalita' per chi non si iscrive scatta solo dal primo luglio. Da luglio quindi la penalita' (pari al premio di 12,91 euro) si aggiunge al premio e per iscriversi bisognera' pagare 25,82 euro. Non saranno chiesti arretrati per gli anni precedenti all'anno di iscrizione.

    ————
    CASALINGHE E… ASSICURATE? ?————
    Devono iscriversi all’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni in casa le casalinghe, i pensionati che non hanno superato i 65 anni e che non svolgono un’eventuale attivita’ retribuita, i lavoratori in cassa integrazione o in mobilita’, i cittadini stranieri che soggiornano regolarmente in Italia, i lavoratori stagionali, temporanei, a tempo determinato. Per l’iscrizione bisogna comunque avere tra i 18 e i 65 anni.
    Una legge iniqua che ha come unica finalita’ di ”rimpinguare le casse dell’Inail con previsioni risarcitorie impossibili”: Intesa consumatori torna a criticare la normativa che prevede l’obbligo di assicurazione per le casalinghe tra i 18 e i 65 anni contro gli infortuni in casa e annuncia che chiedera’ ai giudici di valutare i profili di incostituzionalita’.
    La Federcasalinghe sottolinea che circa due milioni di persone avrebbero diritto all’assicurazione gratuita ma fin’ora non si sono iscritte. Hanno diritto alla tutela gratuita coloro che hanno un reddito proprio inferiore a 4.648,11 euro annui e appartengono ad un nucleo familiare il cui reddito complessivo e’ inferiore a 9.296,22 euro annui.
    Per ottenere la polizza gratuitamente basta presentare all’Inail una autocertificazione. L’associazione ricorda che non concorrono alla formazione del reddito la prima casa, la pensione di invalidita’ civile, l’indennita’ di accompagno, gli assegni familiari e assimiliati, l’assegno per il mantenimento dei figli, le rendite o assegni erogati dall’Inail e i redditi soggetti a tassazioni separata (Tfr, competenze arretrate, ecc.).
    Infine il presidente dell’associazione, Federica Rossi Gasparrini annuncia di aver chiesto al ministro del Welfare Roberto Maroni la riduzione del grado di invalidita’ permanente derivato da infortunio necessario per ottenere la rendita e l’introduzione del caso di morte. Secondo la Federcasalinghe il 33% di invalidita’ permanente per ottenere la rendita e’ un limite troppo alto. Non basta infatti la rottura di una gamba o una escoriazione per essere risarciti ma neanche la sordita’ permanente di un orecchio (15% di invalidita’), ne’ di un rene (25%) o di un pollice (28% o 23% a seconda che sia destro o sinistro) ma bisogna avere avuto un danno grave come la perdita totale della facolta’ visiva di un occhio ( 35% di invalidita’). ————
    CASALINGHE E… ASSICURATE? ?————

    Argomenti:
     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook