• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Rai: cattaneo risponde a petruccioli, ma con poche rig...
    02
    feb.
    2005

    Rai: cattaneo risponde a petruccioli, ma con poche righe

    Condividi su:   Stampa

    (Ansa) - Otto capitoletti della lunghezza massima di sei righe: cos? il direttore generale della Rai Flavio Cattaneo ha risposto alla lettera in cui il presidente Claudio Petruccioli gli ricapitolava tutte le domande che nell'ultimo anno gli erano state rivolte dalla Commissione di Vigilanza e che sono rimaste senza risposta. Petruccioli nella missiva del 10 gennaio, anche alla luce di ''impegni e scadenze di grande importanza'' per la Rai, chiedeva a Cattaneo lumi sull'attuazione del piano industriale e del piano di ristrutturazione organizzativa, sullo schema di separazione contabile, sull'indagine interna sulla 'pubblicita' occulta'. Ma anche su alcuni punti rimasti ''aperti'', come la vicenda riguardante Oliviero Beha, su cui gli chiede ''una risposta ufficiale'', dopo la risoluzione della commissione e sulla quale non avra' risposta alcuna.

    Al direttore generale il presidente si rivolge anche per risollevare annose e pur semplici questioni come la fornitura dei dati elaborati dall’osservatorio di Pavia su supporto elettronico; la trasmissione della documentazione sul contenzioso legale che coinvolge la Rai e i dipendenti precari; la conoscenza dei pareri resi dall’ufficio legale della Rai agli organi dell’azienda nell’anno appena concluso a proposito di richieste
    o di indirizzi formulati dalla Vigilanza e in materia di
    scadenza del Cda. Inoltre l’informazione sui referendum, anche
    questa senza risposta. E infine l’approvazione del bilancio
    consuntivo per il 2004. La risposta di Cattaneo e’ in data 28 gennaio. Sono tre
    righe per il piano industriale in cui si ricorda che e’ stato approvato il 14 dicembre dal Cda e quattro per il piano di ristrutturazione, sempre per ricordare la data d’approvazione.
    Cinque righe per la separazione contabile: per dire che si attendono le determinazioni dell’Autorita’. Quattro per il bilancio 2004 che, dice Cattaneo, sara’ approvato prima
    possibile. Quattro per la legittimita’ del Cda: si ricorda che esistono i pareri positivi degli avvocati Libertini e Vassalli. Sulla pubblicita’ occulta, quattro righe per ricordare la nota aziendale in merito e l’intenzione di costituire una commissione
    che effetti controlli. Sei righe, il capitolo piu’ lungo, per i precari: 98 reintegrati a seguito di sentenza nel 2003 (di cui 6 giornalisti), 125 (15 giornalisti) nel 2004 ma rivela Cattaneo
    che le cause sono molteplici e si sta procedendo (per quanto riguarda i giornalisti) ad una trattativa sindacale. Infine una risposta positiva: i dati dell’Osservatorio di Pavia, a partire da quelli relativi al gennaio 2005, saranno su supporto
    elettronico. (ANSA)
    ————
    RAI: CATTANEO RISPONDE CON POCHE RIGHE AI QUESITI DI PETRUCCIOLI
    (Apcom) Il presidente della commisisone di
    Vigilanza Claudio Petruccioli si aspettava una risposta
    sintetica, ma gli otto capitoletti della lunghezza massima di sei
    righe, forse lo hanno lasciato spiazzato. La risposta del
    direttore generale della Rai, Flavio Cattaneo, appena una pagina
    e mezza, e’ rivolta alle molte domande che con una missiva
    inviata il 10 gennaio scorso, Petruccioli formulava al dg di
    Viale Mazzini, riprendendo anche quelle avanzate dai suoi
    colleghi di commissione. Quesiti che certamente non sono stati
    soddisfatti dalle poche righe inviate da Cattaneo, come hanno
    gia’ sottolineato alcuni membri della Vigilanza, ma soprattutto
    da Viale Mazzini non e’ stato trasmesso alcun documento ne’ sul
    piano industriale, ne’ memorie legali, ne’sulla separazione
    contabile.
    Petruccioli nella missiva, anche alla luce di ”impegni e
    scadenze di grande importanza” per la Rai, chiedeva a Cattaneo
    lumi sull’attuazione del piano industriale e del piano di
    ristrutturazione organizzativa, sullo schema di separazione
    contabile, sull’indagine interna sulla ‘pubblicita’ occulta’. Ma
    anche su alcuni punti rimasti ”aperti”, come la vicenda
    riguardante Oliviero Beha, su cui gli chiede ”una risposta
    ufficiale”, dopo la risoluzione della commissione. Al direttore
    generale il presidente si rivolge anche per risollevare annose e
    pur semplici questioni come la fornitura dei dati elaborati
    dall’osservatorio di Pavia su supporto elettronico; la
    trasmissione della documentazione sul contenzioso legale che
    coinvolge la Rai e i dipendenti precari; la conoscenza dei pareri
    resi dall’ufficio legale della Rai agli organi dell’azienda
    nell’anno appena concluso a proposito di richieste o di indirizzi
    formulati dalla Vigilanza e in materia di scadenza del Cda.
    Inoltre l’informazione sui referendum, anche questa senza
    risposta. E infine l’indicazione di una tempistica circa l’
    approvazione del bilancio consuntivo per il 2004.

    La risposta di Cattaneo e’ in data 28 gennaio. Sono tre righe per
    il piano industriale in cui si ricorda che e’ stato approvato il
    14 dicembre dal Cda e quattro per il piano di ristrutturazione,
    sempre per ricordare la data d’approvazione. Cinque righe per la
    separazione contabile: per dire che si attendono le
    determinazioni dell’Autorita’. Quattro per il bilancio 2004 che,
    dice Cattaneo, sara’ approvato prima possibile. Quattro per la
    legittimita’ del Cda: si ricorda che esistono i pareri positivi
    degli avvocati Libertini e Vassalli. Sulla pubblicita’ occulta,
    quattro righe per ricordare la nota aziendale in merito e
    l’intenzione di costituire una commissione che effetti controlli.
    Sei righe, il capitolo piu’ lungo, per i precari: 98 reintegrati
    a seguito di sentenza nel 2003 (di cui 6 giornalisti), 125 (15
    giornalisti) nel 2004 ma rivela Cattaneo che le cause sono
    molteplici e si sta procedendo (per quanto riguarda i
    giornalisti) ad una trattativa sindacale. Infine una risposta
    positiva: i dati dell’Osservatorio di Pavia, a partire da quelli
    relativi al gennaio 2005, saranno su supporto elettronico.————

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook