• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Colpo di stato in nepal
    03
    feb.
    2005

    Colpo di stato in nepal

    Condividi su:   Stampa

    COMUNICATO STAMPA ADDIFAN - ASSOCIAZIONE DIFESA DIRITTI FAMIGLIE ADOTTIVE E NON A RISCHIO CITTADINI ITALIANI BLOCCATI A KATMANDU PER VIAGGI DI ADOZIONI INTERNAZIONALI ADDIFAN ALLERTA IL MINISTERO DEGLI ESTERI A seguito della notizia del colpo di stato in Nepal, l?associazione per la difesa dei diritti della famiglie adottive, si ? immediatamente attivata al fine di segnalare l?esigenza di un immediato interessamento Ministero degli Esteri circa la situazione delle famiglie italiane attualmente a Kathmandu in attesa di rimpatrio con i rispettivi figli adottivi.

    Ci preoccupa la non possibilit? di contatti telefonici ed e mail, neppure negli Hotel di soggiorno. Inoltre la preoccupazione ? relativa all?ultimazione delle pratiche c/o Ministeri Nepalesi per ottenere passaporto dei piccoli ed autorizzazione dell?Ambasciata di Calcutta e CAI (Commissione Adozioni Internazionali) di Roma per il rientro in Italia.
    L?Associazione Onlus A.D.DI.F.A.N. (Associazione Difesa Diritti Famiglie Adottive e Non), ha chiesto un interessamento concreto ed urgente del Ministero degli Esteri, in modo di poter concordare:
    1 – Rientro urgente delle famiglie gi? con i piccoli abbinati ed addottati ed attualmente costrette a rimanere nei rispettivi Hotel di soggiorno, al di l? delle pratiche formali da concludere con i Ministeri Nepalesi. Esse potranno essere verificate e sistemate dopo il loro rientro in Italia. Garante della trasparenza e correttezza a norma di legge per le Adozioni sar? senz?altro E.A. italiano(Ente Autorizzato) che ha avviato la pratica adottiva e la stessa CAI (Commissione per le Adozioni Internazionali)
    2 – Attivare canali di comunicazione, telefonici ed e mail, privilegiati e garantiti dal nostro Ministero degli Esteri, al fine di raggiungere al pi? presto parenti, amici e aderenti alle Associazioni per le adozioni, per scambiare con loro informazioni sulla situazione attuale, estera ed italiana.
    3 – Garantire voli aerei sicuri ed appositamente concordati con le autorit? nepalesi locali, per garantire il rientro veloce e sicuro delle famiglie italiane in attesa di rimpatrio.
    4 – Pianificare il prossimo contingente ma immediato ?domani? per garantire a tutte le famiglie adottive in attesa di partenza per il Nepal per la conclusione della pratica adottiva, al fine di garantire, sempre nella sicurezza e garanzia la conclusione al pi? presto delle loro pratiche gi? avviate. Solo cos? sar? possibile consentire ai piccoli nepalesi il ?diritto ad avere una famiglia? e alle famiglie gi? abbinate ?il diritto a concludere rapidamente il proprio iter adottivo.
    www.addifan.it

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook