• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Rai: giulietti, beha torni al lavoro con ‘radioa...
    17
    feb.
    2005

    Rai: giulietti, beha torni al lavoro con ‘radioacolori’

    Condividi su:   Stampa

    IL GIORNALISTA, CONTRO DI ME CENSURA ONTOLOGICA (ANSA) - ''Si ripristini la legalita' e Oliviero Beha torni al lavoro con 'Radioacolori'''. A rilanciare l'appello e' Giuseppe Giulietti, capogruppo Ds in commissione di Vigilanza Rai e portavoce dell'associazione Articolo 21, in una conferenza stampa convocata per sollecitare l'attenzione ''sul caso di censura forse piu' oltraggioso: Beha e' l'unico personaggio della 'lista nera' della Rai per il quale la Vigilanza abbia votato all' unanimita' una delibera di indirizzo per chiederne il ritorno in onda''.

    ”Contro di me non c’e’ una censura politica, ma ontologica,
    che colpisce semplicemente una persona che vuol fare il suo
    lavoro con dignita”’, ha commentato lo stesso Beha, che e’ gia’
    stato punito dall’azienda con due sanzioni disciplinari (per
    aver sollevato il caso della presunta pubblicita’ occulta a Rai
    Sport), ma che secondo il tribunale del lavoro andrebbe
    reintegrato nelle sue mansioni. L’ex vicedirettore di Rai Sport
    ha ricordato che e’ stato bloccato anche lo spot radiofonico del
    suo libro, ‘Sono stato io’ (Marco Tropea) ”ufficialmente per un
    paragrafo contenuto in tutti i contratti Sipra che consente alla
    Rai di stoppare in extremis o interrompere una promozione per
    ‘ragioni di servizio pubblico”’.
    ”Come nel caso di Santoro, si configura uno spreco di
    pubblico denaro, dal momento che Beha da circa un anno
    percepisce un robusto stipendio da vicedirettore senza alcuna
    controprestazione: ci sono le condizioni perche’ il direttore
    generale Cattaneo e altri dirigenti Rai ne rispondano davanti
    alla Corte dei Conti”, ha sottolineato l’avvocato Domenico
    D’Amati.
    Il legale ha anche rivelato di essere stato ”querelato per
    diffamazione da Cattaneo per le analoghe dichiarazioni rese per
    Santoro: mi auguro che il dg mi quereli di nuovo: e’ bene che
    questa vicenda si affronti in un pubblico dibattimento”.
    (ANSA)

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook