• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Telefonini: attenzione, arriva commwarrior
    08
    mar.
    2005

    Telefonini: attenzione, arriva commwarrior

    Condividi su:   Stampa

    Dopo Cabir e le sue varianti ? la volta di CommWarrior.A, il primo virus per telefoni mobili che si diffonde usando il Mobile Messaging Service (MMS) sui dispositivi con sistema operativo Symbian Series 60, utilizzando l'agenda indirizzi per "inviarsi" ad altri contatti. Gli esperti di antivirus ritengono che CommWarrior, in lenta diffusione sui cellulari degli utenti da gennaio, non rappresenti per? una seria minaccia.

    Tuttavia – secondo Mikko Hypponen, direttore della ricerca antivirus di F-Secure – il virus potrebbe dare origine a una nuova era di minacce maligne. MMS ? una tecnologia per il messaging che, a differenza degli SMS (Short Message System), consente anche l’invio di contenuti multimediali, come file audio e foto. Le “vittime” del nuovo virus ricevono quindi gli MMS insieme ad allegati che lo contengono e a messaggi invitanti. Quando le vittime aprono il file allegato con il virus, CommWarrior si installa sul telefono e inizia l’invio casuale degli MMS. Victor Kouznetsov, senior vice president of mobile solutions di McAfee, aggiunge che per complicare le cose, ? anche in grado di diffondersi tra i telefoni usando le connessioni Bluetooth. Il virus pu? in ogni caso essere disattivato matenendo premuto il pulsante dei menu, selezionando CommWarrior dall’elenco delle applicazioni installate e premedo “C” o “Clear”. Una volta che il virus ? stato disabilitato, gli utenti possono servirsi degli strumenti di gestione dei file per localizzare e rimuovere definitivamente il virus. F-Secure e McAfee hanno entrambe pubblicato bollettini con l’elenco delle cartelle dove CommWarrior viene installato sui telefoni infetti.

    Argomenti:
     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook