• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Costruire una coscienza critica e civile
    10
    mar.
    2005

    Costruire una coscienza critica e civile

    Condividi su:   Stampa

    Salve. Ero anch'io a Cerea gioved? 24 febbraio. Sono Roberta, ho trentasette anni, insegno. Non ? una mia abitudine farmi precedere, quando scrivo, da dati anagrafici allineati in questo modo. Ma un motivo c'?, ed ? la prima delle due considerazioni che muovono questa mail.

    Anche gioved?, come in tante altre serate organizzate dai comuni di Cerea o Legnago, ho notato nel pubblico una fitta presenza di anziani e giovanissimi, mentre mancava in modo vistoso la fascia di adulti miei coetanei.
    Cos?, insistentemente, mi chiedo con mio marito: “dove sono o, meglio, dove sono rinchiusi?”
    In famiglia, certo. Ho anch’io una figlia di quattro anni, ma credo che una famiglia si possa definire tale anche quando esce dalle mura domestiche per incontrare gli altri: penso che nella relazione fisica, fatta di voci e corpi, si possa costruire una coscienza critica e civile, che si irrobustisce attraverso la logica dialettica, il confronto e il ragionamento.
    Ed ecco la seconda considerazione, collegata alla prima: fra le tante interessanti affermazioni da lei riportate, mi ha colpito il suo insistere, appunto, sull’ identit? personale, il nome, l’essere se stessi e il portare se stessi in mezzo agli altri.
    La ringrazio per la preziosa serata.
    Roberta Costantini

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook