• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Protesti ‘pazzi’
    24
    mar.
    2005

    Protesti ‘pazzi’

    Condividi su:   Stampa

    Per un uso maldestro o malfunzioni informatiche alcuni Pubblici Ufficiali soprattutto del Sud trasmisero nel 2001 alle camere di Commercio decine e decine di protesti attribuiti anche a persone che nulla ne avevano a che fare.

    Tali protesti sono stati inseriti nel Registro Informatico pubblico dei Protesti delle Camere e, dopo oltre 3 anni, gran parte di essi sono ancora col? pubblicati e perci? consultabili da chiunque (Banche, Finanziarie ecc.) in occasione di richieste di prestiti o pagamenti rateali, malgrado che di tali errori ne siano al corrente le Camere, Infocamere che gestisce il registro, il Ministero Attivit? Produttive, e il Garante della Privacy, con buona pace di inconsapevoli e incolpevoli cittadini che cos? vedono leso il loro diritto alla dignit? morale ed economica. Eppure sarebbe stato doveroso almeno bloccare i protesti errati, contattare i Pubblici Ufficiali e correggere gli errori. Invece non c’? stata finora alcuna cautela da parte degli Enti interessati e quindi il Registro dei Protesti sta tuttora attribuendo (dal 2001) erroneamente dei protesti a persone che non hanno mai firmato quelle cambiali o quegli assegni.
    G.Antonio Samarughi

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook