• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Il cavaliere dell’apparenza
    15
    apr.
    2005

    Il cavaliere dell’apparenza

    Condividi su:   Stampa

    da l'Unit? Caro Direttore, c?? in giro uno slogan pubblicitario definitivo che recita: ?l?apparenza ? tutto?. E? di destra? E? di sinistra? E? di tutt?e due? E? di nessuno? E lo condividono, i politici della Casa della Libert?? E quelli dell?Unione? E gli elettori/militanti/simpatizzanti dei due schieramenti? Vedete un po? voi. E? solo un punto di partenza, utile come un altro, per parlare dei rapporti tra politica e societ? oggi in Italia. Scegliamone un altro. Lo scorso 7 aprile, data buona per i teoremi almeno per i miei coetanei, ho avuto un tuffo al cuore: il Secolo d?Italia aveva rotto gli indugi, parlando di ?fine del berlusconismo?, tesi ripresa e commentata (per un giorno soltanto, per carit??) da quasi tutti i giornali, a destra come a sinistra. Bene, mi sono detto andando a leggere, finalmente si fa sul serio. Si discute dello stato di un paese, del suo modo di vedere e di stare al mondo, dei suoi valori ecc. Anche se tra le macerie, meglio tardi che mai, ho ingenuamente pensato. Sono andato a scorrere le righe: il berlusconismo ??non basta pi? come risposta alle attese di una societ? evidentemente mutata nei bisogni e negli interessi?. E s?, ho continuato tra me e me, stavolta ci siamo, si sta grattando la superficie per capire senza paura - erano i giorni papeschi, e la suggestione era forte, e le parole ruotavano confessionalmente e laicamente? - di che cosa sia davvero fatto oggi il tessuto socioculturale che riveste la nostra vita.

    Continuando a leggere, per?, ? arrivato immediatamente il colpo di maglio: ??dopo Ballar?? ? la fine della strategia politica indissolubilmente connessa alla sua immagine?. E gi? discorsi sul carisma, e la necessit? intesa solo in chiave politologica di fare squadra diversamente. Concetti, questi ultimi, ripresi poi su tutti i giornali che se ne sono occupati lungo quel giorno miserello di (si fa per dire) approfondimenti. Lenzuolate sul carisma di Berlusconi al capolinea, oppure non ancora, e strepitose citazioni in pillole di uno che con la testa davvero ci faceva altro, certo Weber, ottant?anni fa: ?Il carisma ? l?unico potere in grado di cambiare la storia, modificando interiormente le coscienze degli uomini?.
    Se dunque Berlusconi possiede, o ha posseduto, tale carisma forse in questi anni ?ha modificato interiormente le coscienze degli italiani?, mi sono detto io spaventato perché se ? cos?, ben oltre l?aver governato in maniera eufemisticamente negativa, il premier di Arcore di queste coscienze potrebbe aver fatto un souffl? (cfr. ?l?apparenza ? tutto?).
    Ma di questo, vi giuro, non si ? parlato, ho prestato al tema la debita attenzione. E invece si ? associato con maestria il carisma alla tricologia: e s?, in parecchi hanno riferito il parere del tricologo Pazzaglia (presumo reduce da ?Quelli della notte? di Arbore) professionalmente in pena per i capelli ex bandanici a rischio stress. Cosicché del ?berlusconismo? morto o solo ferito ? rimasta solo una breve e opaca scia politologica. E? sufficiente, dite? Forse, ma poi non lamentatevi del precipizio culturale per tutti, urne o non urne.
    Ancora, negli stessi giorni: la preziosa epifania di Babbo Berlusconi a ?Ballar?? ha suscitato altri, affascinanti commenti sul peso politico della tv. Che fa, sposta, non sposta consensi? Porta jella? E? meglio non andarci? Ma ? meglio averle, le tv, no? E gi? un profluvio dotto e argomentato di esempi (a proposito, uno come Bossi ha fatto il pieno nel ?92, a sorpresa, quand?era invisibile sui monoscopi, e tiene bene anche oggi che si ? ramificato sui cavi e sui satelliti: tanto per aggiungere alla stordente discussione un dato che non ho trovato in giro).
    Ma il tutto collegato agli effetti elettorali, sia pure con la solita raffinatezza nel caso dei Merlo e dai Battista dispiegati secondo cultura e orientamento politico sui due principali quotidiani nostrani. Come se la questione stesse solo e sempre l?, come se il rapporto tra politica e societ? si risolvesse in un ?gioco? staccato dal paese e riconnesso alla volont? dei cittadini solo quando vanno a votare e vengono corteggiati esclusivamente per questo.
    Sono le regole della democrazia, o delle democrazie, si obietter? facilmente. E infatti: ?formalmente? il ludibrio a cui internazionalmente siamo esposti prescinde dal fatto che la tv serva a vincere le elezioni, o a farle perdere di meno. Il controllo/possesso delle tv non si pu? fare per nessuno perché ? illiberale e non democratico, chiunque si avvalga di questo potere senza rispettarne le condizioni.
    Discuterne gli effetti e non le cause e i pregiudizi normativi ? gi? stravolgerne il senso. Non lo sanno, i forbiti? Lo sanno, lo sanno.
    E comunque ?sostanzialmente? la democrazia ? ?solo? una forma di governo, pur essendo alla Churchill la meno impresentabile, alla quale si chiede di amministrare la vita e la salute di un popolo. Quindi la domanda centrale sulla tv non ? se faccia o non faccia vincere Berlusconi,ma se questo stato di cose televisivo sia utile e sensato per la vita e la salute degli italiani, oppure no.
    Ed ? una domanda che si ricollega a quella sul ?berlusconismo?: ? solo un modo di fare politica, con i risultati politici che abbiamo sotto gli occhi, o non soprattutto un modo di stare al mondo, di creare modelli, di avviare i giovani verso un certo tipo di futuro, di stabilire una gerarchia di valori finti o inesistenti, ecc.? In definitiva un?impronta culturale, o inculturale, sulla societ? contemporanea. Che poi questo abbia una ricaduta oggi oppure una premessa ieri nel fatto di vincere o perdere le elezioni, beh, fin qui ci arrivo perfino io.
    Ma rimanere in superficie, camminare sul pack di una politica che vede aprirsi il ghiaccio sempre pi? spesso sotto i piedi di maggioranza e opposizione, senza analizzarne il contesto in profondit?, di sicuro non porter? a nulla. Forse ragionare ?senza paura? sui danni del berlusconismo indipendentemente dal carisma politicante del leader, dare un?occhiata anche a sinistra per eventualmente coglierne le tracce mimetiche sul piano dei comportamenti, porre soprattutto mattoni diversi per il futuro di un paese diverso, mi parrebbe leggermente pi? urgente e pi? impegnativo.
    Se no, tanto per rimanere a un altro segno vistoso della sintomatologia che affetta oggi i rapporti tra politica e societ?, si pu? sempre fare come ha fatto domenica un illustre politologo, Ernesto Galli della Loggia, sul ?Corriere della Sera?, ci?? affondare coraggiosamente la lama: ??la discussione che si svolge sulla scena pubblica italiana non tiene in genere alcun conto di che cosa si ?, se si dicono cose stupide o no, che fanno pensare o fanno intellettualmente pena. No, l?unica cosa che importa ? solo una: da che parte si sta?. Ehil?, cose grosse dal mondo: dopo il ?berlusconismo? ristretto e la tv delle urne, eccoci alla scoperta del leggerissimo velo di partigianeria che avvolge la classe politico-intellettuale di un paese in pezzi.
    Ma in fondo, a noi che ce ne frega, ?l?apparenza ? tutto?, no?

     commenti
    Commenti
    139
    Lascia un commento
    katalog stron www .
    20/03/2012 alle 08:19
    Sometimes I’ve got such a feeling that something is extremely good. It’s one of such moments.
    fajne strony .
    20/03/2012 alle 08:11
    This blog is excellent and I think that I don’t have to add anything.
    Earle Lapadula .
    20/03/2012 alle 04:43
    Can I simply just say what a comfort to find someone that actually knows what they're talking about on the internet. You actually understand how to bring an issue to light and make it important. More people ought to look at this and understand this side of your story. I can't believe you are not more popular because you most certainly have the gift.
    bet365 .
    20/03/2012 alle 01:44
    Hello there, simply turned into aware of http://www.olivierobeha.it/articoli/2005/04/1029n thru Google and bing, and found that it really is informative. I? m gonna watch out there for brussels. I will appreciate any time you continue this in future. A lot of others will be benefited in the writing. Cheers! bet365
    Don Tshudy .
    20/03/2012 alle 00:54
    Super story it can be surely. Friend in mine have been searching just for this content.
    marzec 15 .
    19/03/2012 alle 23:41
    Excellent post. I was checking constantly this blog and I'm impressed! Extremely helpful info specially the last part :) I care for such info a lot. I was looking for this certain information for a long time. Thank you and good luck.
    japan style sklep .
    19/03/2012 alle 19:46
    Excellent beat ! I wish to apprentice while you amend your website, how could i subscribe for a blog site? The account helped me a acceptable deal. I had been tiny bit acquainted of this your broadcast provided bright clear concept
    Adalberto Molder .
    19/03/2012 alle 13:43
    It difficult to find well-informed people in this particular subject, however, you seem like you know what you抮e talking about! Thanks
    Dominque Fredette .
    19/03/2012 alle 13:39
    thanks, very well written post, found it through a random google search and i shared it on my digg account
    watercooler .
    19/03/2012 alle 13:06
    Riches have wings.
    Madalyn Stimer .
    19/03/2012 alle 12:35
    Hi, i must say excellent web page you've, i stumbled across it in Google. Does you receive much targeted traffic?
    Malik Oeler .
    19/03/2012 alle 12:16
    site bookmarked and shared on facebook, I'll post my feedback on my site as well
    stivali ugg scontati .
    19/03/2012 alle 08:48
    The following time I learn a weblog, I hope that it doesnt disappoint me as a lot as this one. I imply, I do know it was my option to read, however I really thought youd have something fascinating to say. All I hear is a bunch of whining about one thing that you would repair if you werent too busy searching for attention.
    lacoste polo .
    19/03/2012 alle 08:46
    I simply wanted to jot down a quick remark so as to express gratitude to you for the remarkable steps you are showing on this site. My extensive internet research has finally been recognized with wonderful information to talk about with my classmates and friends. I would assume that most of us readers actually are unequivocally blessed to dwell in a fabulous site with so many special individuals with useful pointers. I feel extremely blessed to have seen the site and look forward to so many more exciting moments reading here. Thank you once more for all the details.
    air jordan 11 .
    19/03/2012 alle 08:45
    There is noticeably a bundle to know about this. I assume you made certain nice points in features also.
    Johanna Oshima .
    18/03/2012 alle 22:06
    This page certainly has all of the information and facts I wanted concerning this subject and didn抰 know who to ask.
    Shalanda Mihalek .
    18/03/2012 alle 21:02
    Pretty! This was an extremely wonderful post. Thank you for providing this information.
    oferty ogłoszenia .
    18/03/2012 alle 18:45
    Thanks! I finally got it to get results ON http://www.olivierobeha.it/articoli/2005/04/1029n. I was so enthralled I created on the website a tutorial about how precisely to create custom bbpress topic fields after which filtering based on individuals custom fields. Thanks for the wonderful plugin/idea oferty ogłoszenia!

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook