• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Bullismo, altro che mobbing
    28
    apr.
    2005

    Bullismo, altro che mobbing

    Condividi su:   Stampa

    Gentile Beha, in questi ultimi anni si ? parlato, tutto sommato solo sporadicamente, di mobbing. I sindacati confederali, a parte collaborare per un film del tutto fuorviante come ? stato "Mi piace lavorare" di Cristina Comencini, nulla fanno per arginare questo preoccupante fenomeno e se ne possono ben comprendere le ragioni.

    In Italia non a caso una apposita proposta di legge langue miseramente persa tra i meandri burocratici del nostro Parlamento e solo pochi antesignani come il prof. Gilioli autore di un libro diventato “storico” e Guariniello, che qualche manager fellone ? riuscito a farlo condannare, molto di pi? non si fa, quando in Svezia, se non ricordo male, il mobbing ? considerato reato penale.
    Peraltro l’esperienza dimostra che spesso e volentieri il mobbing,
    lungi dal rappresentare solo un fenomeno di cattivi rapporti
    lavorativi, investe anche episodi di malaffare perché non di rado
    vengono perseguitati lavoratori che hanno conosciuto fenomeni
    corruttivi e/o tangentizi e non vogliono “conformarsi” all’andazzo
    generale, come dimostr? un caso allucinante presentato qualche tempo fa
    a Mi manda RAITRE da Piero Marrazzo.
    Quindi pi? opportuno parlare in molti casi di vero e proprio “bullismo”, perché quando, come nel mio caso, un ex ente pubblico ti fa finire a cento chilometri di distanza quando una sede ? a duecento metri da casa, ti costringe ad una pendolarit? che comporta almeno cinque ore al giorno di uso di mezzi pubblici, per farti finire
    seduta ad una scrivania dove non hai assolutamente nulla da fare e, per
    far questo, dilapida pubblico denaro che credo andrebbe meglio
    utilizzato, parlare solo di mobbing sia assolutamente riduttivo.
    Cordialmente.
    Bruna Gazzelloni

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook