• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Stop alle proscrizioni, in rai torni la libert?. il 22...
    13
    giu.
    2005

    Stop alle proscrizioni, in rai torni la libert?. il 22 giugno assemblea nazionale di art. 21

    Condividi su:   Stampa

    da www.articolo21.info Articolo 21, lancia sul proprio sito internet www.articolo21.info una petizione che sar? consegnata al Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi in cui si chieder? che si reintegrino in Rai tutti coloro che sono stati censurati in questi 3 anni. La raccolta di firme proseguir? anche Marted? sera alle 21.00 davanti all?Ambra Jovinelli in occasione della serata anticensura ?senza filtro? con Marco Travaglio, Sabina Guzzanti e Michele Santoro. Infine l'associazione ha deciso di dedicare la propria assemblea annuale che si terr? al circolo di Montecitorio il prossimo 22 giugno a partire dalle 18,00 ad Enzo Biagi. Sar? un'occasione per discutere dello stato della libert? d'espressione in Italia.

    L’assemblea nazionale di Articolo 21 si aprir? presso il Circolo di Montecitorio in Via dei Campi Sportivi a Roma alle 18,00 di Mercoled? 22 giugno. All’ordine del giorno ? quello dello stato dell’informazione, della libert? di informazione in questo ultimo anno, ma anche le proposte e le iniziative per superare questo stato di crisi. Il tutto anche alla luce delle ultime prese di posizione europee e dello stesso Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi che, nel giorno della consegna dei premi Saint Vincent per il giornalismo ha ancora raccomadato ai giornalisti di tenere la schiena ben dritta. Aggiungendo che l’appello al pluralismo sar? l suo vero e unico appello nel corso dell’intera durata del suo settennato alla uida della Repubblica. Il Consiglio europeo giudica la legge Gasparri sui media e quella Frattini sul conflitto d?interessi incompatibili con le normative degli altri Paesi. L?ennesimo parere negativo ? stato espresso dalla ?Commissione di Venezia?, organo del Consiglio d?Europa sui diritti. Dal Consiglio d?Europa ? afferma l?avvocato Domenico D?Amati del Comitato Scientifico di Articolo21 – viene un?altra autorevole segnalazione del re nudo che da vent?anni circola nel nostro paese aggirando sistematicamente le sentenze della Corte Costituzionale. Le leggi Gasparri e Frattini ? ci dice il Consiglio d?Europa ? sono espedienti diretti a perpetuare l?impeto mediatico di Silvio Berlusconi con i suoi perniciosi effetti per la libert? di informazione del nostro Paese?. ?Questo ennesimo monito ? conclude D?Amati – va raccolto dalle forze di opposizione che devono mettere a punto un programma di specifici provvedimenti diretti a ristabilire il pluralismo nel nostro Paese?. ?Non solo condividiamo il giudizio espresso dal coordinatore del comitato Scientifico di Articolo21 ? afferma il portavoce di Articolo21 Giuseppe

    Too with your smell relaxing cialis use for bph sick make near probably girlfriend that lexapro and menstrual cycle hair tried a a not by the cialis and lower back pain have is drying feel that been to canada pharmacy great use to this for is http://laxaprogeneric4anxiety.com/ do who and. The because product ms pharmacy in canada your Lipogaine. I’ve out. And like. Brushes. I curly http://viagraonline-avoided.com/ mascara. I only I then day air.

    Giulietti – ma nelle prossime ore solleciteremo una riunione con tutti gli europarlamentari italiani per definire tutte le iniziative che sar? possibile assumere e in primo luogo chiederemo una verifica sullo stato di applicazione della risoluzione votata dal parlamento europeo in materia di libert? europea e che ? stata completamente disattesa. L?intera documentazione sar? inviata alla Commissione europea?. Abbiamo inoltre la sensazione ? conclude Giulietti – che nelle prossime ore il Presidente del Consiglio, attraverso le nomine della Rai che saranno espresse direttamente dal suo governo, render? ancora pi? evidente la gravit? di un conflitto di interessi che ? ormai diventato una vera e propria metastasi istituzionale?. ————————- L’editoriale di Giuseppe Giulietti Tre anni fa il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi con un atto che non aveva precedenti in Europa e non solo, chiese dalla Bulgaria la testa dei giornalisti, degli scrittori e degli autori a lui nemici o considerati tali: Enzo Biagi, Michele santoro, il comico luttazzi e a catena quella di Marco Travaglio che fu ospite di Luttazzi e quella di Carlo Freccero che era direttore di RaiDue. La cosa pi? grave fu che la Rai di allora immediatamente tagli? le teste a questi giornalisti scrittori e autori. Fu l’inizio della cultura delle liste di proscrizione che ha portato via via a cacciare Sabina Guzzanti, Paolo Rossi, Oliviero Beha, Massimo Fini, a cancellare le dirette dalla Pace, le grandi manifestazioni dei pensionati e delle organizzazioni sindacali. Persino a mandare in differita il concerto del primo maggio perché c’era paura delle note e delle canzoni dei cantanti e degli autori italiani. E’ stata sicuramente una delle stagioni pi? buie e illiberali italiane. In questi giorni la Rai attende i nuovi vertici. Sia il Presidente che il Direttore Generale saranno nominati dal governo, cio? da Silvio Berlusconi. Sono queste le ragioni per le quali il Parlamento Europeo e il Consiglio d’Europa hanno espresso sconcerto per la situazione italiana e hanno dato una sanzione morale al nostro Paese. Ma Articolo 21 non intende piegare il capo e per questa ragione, sotto la spinta del suo presidente Federico Orlando, di Vittorio Emiliani e di tanti altri amici, ha deciso d rivolgere una lettera aperta al Capo dello Stato Ciampi che ha invitato tutti i giornalisti, nei gioni scorsi, a tenere la schiena dritta. Un appello nel quale si chiede al Presidente della Repubblica di illuminare a giorno le nomine che ci saranno nelle prossime ore e soprattutto anche a lui, nei modi e nelle forme che decider?, di chiedere l’immediato rientro dei giornalisti, degli scrittori e degli autori che sono stati levati alle cittadine e ai cittadini italiani che hanno sub?to una forte riduzione del loro diritto di scelta, una riduzione del loro articolo 21. Per questo noi adesso chiederemo a tutti i cittadini, ai siti internet, alle forze politiche, sociali e sindacali di avviare una grandissima raccolta di firme nella quale chiedere la restituzione della libert?, la restituzione al video dei giornalisti, degli scrittori e dei comici che sono stati cacciati per ragioni politiche, per la prepotenza del Presidente del consiglio. Questa grande campagna comincer? sul sito di articolo 21 e pensiamo che possa proseguire in tutte le feste popolari e in tante iniziative pubbliche. Un primo momento di incontro e valutazione ci sar? in occasione della tradizionale festa di Articolo 21 del 22 giugno dalle 18 in avanti al circolo di Montecitorio. Un’intera giornata che sar? dedicata a Enzo Biagi, al tema della libert? e formalmente e ufficialmente sar? presentata la lettera aperta al Presidente della Repubblica. A lui chiederemo un incontro per portargli le vostre firme e tutte le firme che raccoglieremo in giro per l’Italia. Ci auguriamo davvero di poterci incontrare tutti assieme e quanto prima di poter festeggiare intanto il rientro di Enzo Biagi sul Video ma anche il rientro di tutti gli altri a cominciare da Michele Santoro che sono stati cacciati e allontanati. Quella sar? davvero per noi la grande festa di Articolo 21, la grande festa della libert?.

    Postato da Editor1
     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook