• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Virus zotob: scatta l’allarme rosso
    17
    ago.
    2005

    Virus zotob: scatta l’allarme rosso

    Condividi su:   Stampa

    da www.tgcom.it In panne le emittenti Cnn e Abc Si chiama "Zotob" l'ultima minaccia informatica in grado di paralizzare il Web. Progettato per infettare i principali sistemi operativi targati Microsoft con una maggiore diffusione tra Windows 2000, il nuovo worm ? in grado di diffondersi con una rapidit? mai registrata in precedenza. Tra le sue prime vittime illustri spiccano gi? il New York Times, il Campidoglio degli Stati Uniti e, infine, le emittenti Cnn e Abc News.

    Gi? noto anche con il nome “worm–rbot.cbq”, l’ultima minaccia della Rete ha fatto la sua comparsa sul Web subito dopo l’annuncio da parte del colosso informatico di Redmond della scoperta di tre falle nei sistemi di sicurezza di Windows 95, 98, ME, NE, 2000 e XP. Tecnicamente parlando, secondo quanto riferito da un esperto di Trend Micro, si tratterebbe di un “virus totalmente nuovo”. Il meccanismo di Zotob ? molto semplice: si riproduce all’interno di Windows modificando i file temporanei del computer fino a bloccarlo, precludendo la possibilit? di ricevere assistenza.

    Come gi? accaduto con altri suoi predecessori, dopo aver infettato la macchina, il nuovo worm ? in grado di impedire ogni operazione e di spegnere il computer senza preavviso. “Negli Usa e in Germania sono gi? state segnalate centinaia di computer infettati perché la gran parte degli utenti potrebbe non essere al corrente della minaccia, con il rischio che in assenza di antivirus, Zotob potrebbe attaccare altri sistemi”, ha commentato un altro esperto informatico.

    In Italia, per ora, non si segnalano invece particolari problemi, ma ulteriori dettagli sulla diffusione del baco, al momento no sono disponibili. L’unico sistema per sconfiggere Zotob, secondo gli esperti, ? di giocare d’anticipo, aggiornando i sistemi antivirus con i nuovi software pubblicati dal gruppo presieduto da Bill Gates. I consigli per evitare ogni contagio sono sempre gli stessi: attenzione nella gestione degli allegati, nella navigazione e aggiornamenti costanti dei sistemi antivirus (sul sito Microsoft ? gi? disponibile una patch).

    Argomenti:
     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook