• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Il virus islamico che colpisce i siti porno
    09
    set.
    2005

    Il virus islamico che colpisce i siti porno

    Condividi su:   Stampa

    da www.corriere.it Si chiama Yusafali-A e aggredisce i computer degli utenti che navigano su siti pornografici usando alcune parole chiave E' gi? stato battezzato come ?il trojan antiporno? e promette tempi duri agli amanti della pornografia multimediale. Da martedi ? in circolazione in rete un virus che aggredisce gli utenti che navigano su siti pornografici e impedisce ai computer che ne vengono infettati il collegamento a Internet.

    CORANO – Il virus si chiama Yusafali-A e probabilmente ? l’ultima battaglia condotta dai fondamentalisti islamici contro il ?corrotto mondo occidentale?: una volta colpiti dal virus infatti appare una scritta in Arabo tratta dal Corano. ?Yusufali: Sappi, dunque, che non c’? altro Dio al di fuori di Allah – recita il messaggio che appare sui computer infettati – e chiedi perdono per i tuoi peccati e per quelli di tutti gli uomini e le donne che hanno fede, perché Allah sa come ci comportiamo e come agiamo anche all’interno delle nostre case?. A questo punto se il sito-web non viene chiuso, appare una nuova scritta che invita l’utente a a uscire dal programma. Ma ? un altro inganno: si apre una nuova finestra con la scritta ?Oh no, sono in trappola? e dopo pochi istanti il computer si disconnette da Internet.

    WINDOWS – Il trojan colpisce solo gli utenti che usano Windows su computer non adeguatamente protetti e si attiva quando si apre una pagina con alcune parole chiave. Gli esperti di Sophos, azienda leader nella protezione delle imprese dai virus e dallo spam indicano, sul loro sito-web le parole-trappola: ?sex?, ?teen?, ?xxx?, ?phallus?, ?jegger?, ?priapus?, ?phallic?, ?penis?, ?exhibitionism?. A differenza di numerosi altri virus il fine di Yusufali-A non ? catturare informazioni private o riservate, ma solo quello di offrire una sorta di baluardo morale e combattere la pornografia che dilaga su Internet.
    TERMINOLOGIA – Naturalmente essendo legato a delle parole chiave il sito antiporno pu? prendere serie cantonate e bloccare siti come quelli medici che non sono affatto pornografici, ma che spesso usano la stessa terminologia. Per chi invece ? stato colpito dal virus basta collegarsi al sito web http://www.sophos.com/virusinfo/analyses/trojyusufalia.html e seguire le istruzioni per rimuovere il ?trojan antiporno?.
    Francesco Tortora

    Argomenti:
     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook