• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > ?societ? egoista, compra armi e non sfama?
    17
    ott.
    2005

    ?societ? egoista, compra armi e non sfama?

    Condividi su:   Stampa

    da www.corriere.it Il richiamo del presidente Ciampi alla 60esima assemblea della Fao Lula: ?Non ci sar? pace nel mondo finché un miliardo di persone non ha da mangiare?. Il card. Sodano: il mercato non basta ROMA - ?Una societ? che spende centinaia di miliardi in armamenti e consente che ogni anno muoiano di fame cinque milioni di bambini ? una societ? malata di egoismo e di indifferenza?: ? il richiamo che il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ha lanciato oggi durante il suo intervento alla 60esima assemblea della Fao. Oltre che un dovere morale rispondere con provvedimenti efficaci alla piaga della fame nel mondo ? anche un?azione fondamentale per garantire la sicurezza del nostro mondo.

    Ciampi ne ? convinto da sempre e, davanti ai 60 Capi di Stato giunti a Roma da tutte le nazioni, ribadisce che ?la costruzione di un ordine mondiale pi? giusto, ? in primo luogo un imperativo morale?. ?Ma non ? solo questo – riprende il Presidente -: un mondo nel quale i benefici del progresso scientifico e della crescita economica siano ripartiti in modo pi? equo ? anche un mondo pi? sicuro per tutti?. ?Non bisogna mai dimenticare che nessuna assistenza internazionale pu? sostituirsi all?assunzione di responsabilit? fondamentali dirette?, ha deto ancora il Capo dello Stato.

    La fame ?? la peggior arma di distruzione di massa del nostro secolo?. Per il presidente del Brasile, Luiz Inacio Lula da Silva, un altro degli oratori chiamati a parlare alla celebrazione per i 60 anni della Fao, non ci sono dubbi: ?Non ci sar? pace nel mondo finché un miliardo di persone non ha da mangiare?. ?La fame in Brasile ? solo un problema di emarginazione sociale – ha detto Lula – ed io lo so perch? l’ho imparato nel modo pi? difficile: l’ho vissuto?. Per quanto riguarda ci? che ? stato fatto finora in Brasile, Lula ha rimarcato che ?il programma ‘fame zero’ punta alle radici? e in 34 mesi del suo governo ?ha garantito reddito minimo a 7 milioni di famiglie e oggi 36 milioni di pasti vengono distribuiti ogni giorno nelle scuole?. Ricordando infine che il diritto all’alimentazione ?? il pi? fondamentale dei diritti? Lula ha detto di ritenere ?possibile dimezzare la fame nel mondo entro il 2015?.
    Le leggi di mercato da sole non sono sufficienti a vincere la lotta contro la fame nel mondo, dove ci sarebbe cibo sufficiente per tutti, anche se il consumismo nei paesi pi? sviluppati indica falsi bisogni e copre quelli veri. Il monito arriva dal cardinale Angelo Sodano, segretario di Stato aticano, che porta alla cerimonia della Fao il saluto di papa Benedetto XVI. ?Liberare l’umanitá dallo spettro della fame, mediante la promozione dell’attivitá agricola in ogni paese, con un’effettiva cooperazione tra gli Stati?, ribadisce Sodano ricordando i motivi originari della fondazione dell’organizzazione delle Nazioni uniti per l’alimentazione e l’agricoltura. ?Questo ? un obiettivo sempre attuale -afferma- e che anzi diventa pi? che mai urgente di fronte a una situazione mondiale, che vede popoli colpiti da penose e ritornanti crisi alimentari, mentre vi sono altri paesi in cui l’abbondanza della produzione pone non pochi interrogativi sui loro modelli di vita?.

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook