• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Nuovo attacco di virus trojan: sfrutta l’ansia p...
    03
    nov.
    2005

    Nuovo attacco di virus trojan: sfrutta l’ansia per la febbre aviaria

    Condividi su:   Stampa

    da www.repubblica.it 'Naiva.A' viaggia in un file di word allegato a una mail che nell'oggetto promette informazioni sul virus H5N1 L'obiettivo dei pirati informatici ? sempre quello di impadronirsi del computer della vittima. E per riuscirci sfruttano ogni argomento. Adesso anche la paura planetaria per l'influenza dei polli. L'ultimo attacco in ordine di tempo ? proprio un messaggio e-mail che pu? infettare i pc, danneggiare alcuni file e, cosa pi? importante, aprire un 'varco' a chi vuole insinuarsi per poterlo controllare a distanza.

    Il nome di questo ultimo virus trojan ? ‘Naiva.A’. Viaggia camuffato da documento di word allegato a una e-mail che ha come oggetto ‘Outbreak in North America’ (focolaio in Nord America) o ‘What is avian influenza (bird flu)?’ (Che cosa ? l’influenza aviaria?) e con un’indicazione del mittente che fa s? che sembri sia stato inviato da una fonte autorevole.

    Secondo l’azienda di antivirus informatici ‘Panda’, una volta in cui il documento viene aperto, il virus modifica, crea e cancella file e installa un programma che permette agli hacker di avere accesso al computer infetto. Il virus non si diffonde da solo, ma deve essere distribuito manualmente via e-mail o con il trasferimento e scaricamento di file. Il pericolo pu? arrivare quindi anche dalle reti peer-to-peer.

    Argomenti:
     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook