• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Universit?: costi troppo alti e progetti disattesi
    08
    nov.
    2005

    Universit?: costi troppo alti e progetti disattesi

    Condividi su:   Stampa

    Stimata redazione, son uno studente lavoratore, iscritto al secondo anno del corso di laurea in SIT (formato teledidattico con il progetto Uninettuno) presso l'universit? di Venezia. Devo dire che il primo anno io e gli altri miei colleghi siamo partiti con entusiasmo verso questa nuova avventura e con non pochi sacrifici, sia per il tempo personale (abbiamo quasi tutti famiglia e figli), sia per il dispendio economico.

    Qualche settimana prima del pagamento della prima rata per l’iscrizione al secondo anno, veniamo a sapere che (oltre ad un aumento spropositato delle tasse che sono passate da 1900 euro dell’anno precedente a 2600 euro), al manager didattico e poi, ad un’altra collaboratrice, non ? stato rinnovato il contratto e nemmeno sono stati sostituiti in quanto nessono, da quanto ci ? parso di comprendere, accetta tale lavoro (a contratto) poich? poco remunerato.
    Di fatto noi studenti (solo del secondo anno saremo una cinquantina in tutta Italia) e, nel complesso della facolt?, circa trecento, ci ritroviamo senza una continuit? storica e senza nessun referente.
    Oltretutto il formato a distanza viene pressoch? disatteso dai docenti (pochi rispondono alle mail) e si fa fatica a programmare gli esami in quanto gli appelli vengono spesso pubblicati all’ultimo momento.
    Fortunatamente dei colleghi studenti hanno messo su un portale internet per scambiarci informazioni, ma gradiremmo essere considareti maggiormente, visto che lo IUAV di Venezia incassa (a qs. punto devo dire senza fare troppi sforzi) almeno 600.000 euro l’anno.
    Abbiamo anche gi? provveduto ad inviare rimostranze presso il Rettorato, senza avere alcun riscontro.
    Ti ringrazio per l’attenzione che vorrai dare a noi studenti, e colgo l’occasione per porgere i pi? cordiali saluti.
    Massimo Sandoni

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook