• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Storia di una truffa milionaria
    18
    nov.
    2005

    Storia di una truffa milionaria

    Condividi su:   Stampa

    Gentile Oliviero, approfitto del suo blog, per segnalarvi un caso veramente amaro. Praticamente si tratta di questo: Tommaso Messina, un agente e promotore finanziario, con agenzia in piena Via Libert?, in centro citt? di Palermo, stipulava polizze vita rilasciando regolare polizza firmata e timbrata. Incassava gli assegni, ma non trasferiva le polizze alla direzione di Torino. A dicembre del 2003, mi sono recata insieme a mio marito presso questa agenzia, ho stipulato una polizza vita a premio unico per una somma di 30.000 euro, pagando con un assegno circolare non trasferibile intestato a FONDIARIA SAI SPA. A luglio scorso scopro la truffa, procedo con le dovute denunce e tramite avvocato prendo contatto con la direzione di Torino, che, dopo averci chiesto copia delle polizze e dei mezzi di pagamento, oggi ci fa sapere che non risponde di queste cifre, in poche parole, poiché siamo stati truffati dal Sig. Messina e non dalla Fondiaria.

    Ma com?? possibile che un agente accreditato dalla stessa assicurazione, che riesce a incassare un assegno girando e timbrando Fondiaria Sai, presso l?agenzia 7 del Banco di Sicilia di Palermo non sia in qualche modo legato alla sua direzione?
    E da cosa posso essere garantita io se mi reco presso un?agenzia fondiaria sai, parlo con l?agente principale, stipulo una polizza, per me regolare, visto che porta tutti di dati necessari e che ? firmata e timbrata dall?agente, pago con un mezzo considerato garantito, e alla fine nessuno ne risponde?
    Tenete conto che ho fatto tutti i dovuti controlli:
    ? E? agente assicurativo dal 1980 con matricola 6881;
    ? Risulta promotore finanziario dal 21/01/92 con intermediario Banca Sai SpA
    ? Presso la CCIAA risulta: ?Agenzia Libert? di Tommaso Messina?; si tratta di una snc di 5 elementi
    ? Fa parte del comitato direttivo dell?UNAPASS, Unione Nazionale Agenti Professionisti di Assicurazione
    ? Sul sito internet della fondiaria SAI risulta in cima alla lista delle agenzie della Sicilia.

    La truffa ? di importo enorme, si parla di 4 milioni di euro.
    Gli ? stato consentito di dare le ?dimissioni? il 12 agosto e fino ad oggi da nessuna parte risulta essere stato radiato dall?albo degli agenti e dei promotori finanziari. Quindi potrebbe far danno altrove. Adesso si trova agli arresti in custodia cautelare, tratto in arresto a Torino la settimana scorsa, dove sembrerebbe che stesse procedendo alla liquidazione dei cuoi crediti nei confronti di Fondiaria Sai al fine di far fronte alle sue obbligazioni restitutorie. Questo ? quello che dice il suo legale, peccato che nei suoi conti non si ? trovato nulla.

    Come si pu? truffare tutti questi soldi senza che nessuno se ne accorga?
    Come si pu? credere che nessun altro all?interno dell?agenzia o fuori da l?, banca compresa, che vedeva simili movimenti, non sapesse nulla?

    E? possibile che tutti possano lavarsi le mani di una simile truffa ai danni dei soliti cittadini impotenti? E? lecito che, nella speranza di recuperare i sudati risparmi di una vita miei e di mio marito, debba spendere altri soldi di avvocati sperando che, negli anni futuri, possa recuperare quello che in assoluto ? gi? mio?

    Vorrei informare i legislatori e i politici che il gran parlare di tutela dei risparmiatori non ? altro che una beffa e avvisare tutti i cittadini di fare attenzione a chi affideranno il loro TFR.

    Grazie per lo spazio concesso al mio sfogo.

    Donatella Farina

     commenti
    Commenti
    2
    Lascia un commento
    Valentina .
    01/11/2015 alle 20:30
    ...... Dimenticavo ... I colleghi di Torino che fanno anche parte della massoneria,fanno porcate e intrallazzi con periti e carrozzieri, ma ve sempre tutto bene ! Un notissimo agente di Torino M.C mantiene la sua agenzia facendo cose peggiori di quelle a suo tempo faceva Tommaso Messina, come mai nessuno ancora lo ferma?
    Valentina .
    01/11/2015 alle 19:14
    Tommaso Messina è' stato un gran signore e purtroppo ha dovuto pagare da solo colpe non sue! S.M.gli portava gli investitori e lei è stata da sempre la regista Mi assumo le responsabilità di ciò che dichiarò ......Sono passati dieci anni e I suoi soci ancora sono mine vaganti La signora S.M. Si fece comprare la casa a carini

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook