• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > ”e adesso ammazzateci tutti”. lo gridano i...
    29
    nov.
    2005

    ”e adesso ammazzateci tutti”. lo gridano i giovani di locri

    Condividi su:   Stampa

    Egregi signori! Illustri signori... ehm ma come si scrive una mail a gente importante come voi? Mi chiamo Francesca e ho 23 anni, sono calabrese e vi scrivo come iscritta ad un sito per me dal valore molto alto (www.ammazzatecitutti.org) istituito da alcuni ragzzi di Locri. Volevo sottolineare l'importanza del sito e dell'impegno che noi giovani calabresi stiamo mettendo per cercare di eradicare il male che da tempo la fa da padrone nella nostra terra: la 'ndrangheta!

    Sicuramente sarete a conoscenza della morte di Francesco Fortugno e
    della manifestazione organizzata proprio da “quei” ragazzi, dello
    striscione bianco, del silenzio come protesta e del sito come continuum
    della protesta…
    Purtroppo siamo solo dei ragazzi con tante belle idee e con la voglia
    di far cambiare le cose.. ma se nessuno ci aiuta come facciamo noi???
    Non sarebbe male se persone come voi volessero aiutarci magari ad
    organizzare le manifestazioni, contattandoci sul sito o se volete anche
    personalmente, chiss? che le nostre speranze non cadano nel vuoto…
    Che altro dire? aiutateci a liberare la calabria!!!!
    Spero ci contattiate presto sul sito, anzi in cuor mio lo so gi? che ci
    contattatterete..
    A prestissimo!!!!
    Francesca
    P.S. non inserisco il mio cognome per ovvie ragioni..purtroppo..

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook