• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Valsusa: l’odore di genova. picchiati tutti dai ...
    06
    dic.
    2005

    Valsusa: l’odore di genova. picchiati tutti dai ragazzini ai nonni

    Condividi su:   Stampa

    ?La prima carica della ruspa ? stata guidata dal vice questore Sanna, che, rivolto ad un ragazzo che stava sulla barricata, ha gridato ?Uccidilo, uccidilo?. Il blitz della notte a Venaus: ?Manganellate a tutti, giovani e anziani? - di Tonino Cassar? Violento blitz delle forze dell'ordine nella notte a Venaus, in Val di Susa. I feriti sarebbero una ventina: almeno 10 i manifestanti e poi ancora due fotografi, un torinese che si ? fratturato un piede e un altro che ha ricevuto una manganellata alla spalla. Contusi anche sei poliziotti e sei carabinieri. Erano le 3.30 di mattina quando diverse decine di agenti sono arrivati con delle camionette al cantiere, dove da una settimana i comitati degli abitanti della valle di Susa hanno costituito un presidio, attivo giorno e notte, per impedire l'inizio dei lavori della linea ad alta velocit? Torino-Lione. Ne sono seguite delle ?scaramucce? (secondo quanto riferito dalle forze dell'ordine) tra manifestanti e agenti e ?vi sono 4-5 feriti da entrambe le parti?. Ma se la polizia parla di ?scaramucce? i manifestanti raccontano di essere stati colti nel sonno e manganellati violentemente e senza motivo. Antonio Ferrentino, presidente della Comunit? montana bassa Valle di Susa, ha detto che vi sono circa 15 feriti tra i manifestanti e che sono arrivati un ?migliaio? di agenti che hanno usato i manganelli.

    ?Sono entrati con una forza bruta e hanno manganellato tutti pensionati, donne, giornalisti, alcuni assessori comunali con fascia sono stati presi a calci e la fascia strappata?. Non hanno quasi parole i manifestanti No Tav per descrivere lo sgombero violento del presidio contro l?Alta velocit? avvenuto nella notte da parte delle forze dell?ordine. ?La polizia ? entrata, ha colto tutti nel sonno e le manganellate non sono state risparmiate a nessuno – racconta il sindaco di Venaus, Nilo Durbiano – Insieme ai pi? giovani c’erano anche persone di 70 anni, neppure loro sono stati risparmiati?.

    Di quello che era stato il quartier generale dei no-tav in questi ultimi giorni, dalle tende alla cucina da campo dal deposito della legna a quello delle vettovaglie, non resta pi? nulla: tutto ? stato spazzato via dalle ruspe dopo che le persone che si erano fermate per la notte, un centinaio, erano state caricate e brutalmente allontanate. Almeno 15 persone sarebbero state ferite. ?In ospedale sono finite 12 persone ? dicono dai Comitati di Lotta Popolare No Tav Valle di Susa – fra i pi? gravi un ragazzo che colpito al capo che ha perso conoscenza subito un giornalista di Torino cronaca e un fotografo di repubblica?. E sono ancora i Comitati a diffondere i particolari dell?aggressione notturna:
    ?La prima carica della ruspa ? stata guidata dal vice questore Sanna, che, rivolto ad un ragazzo che stava sulla barricata, ha gridato ?Uccidilo, uccidilo?.

    Immediatamente dopo il blitz, per dare l’allarme, ? scattato l’ormai consueto invio di sms. Cos? si ? formato di nuovo un presidio poco pi? in su verso Venaus, ma i valligiani si trovano in una situazione di smarrimento perché ?se pure ci si aspettava da un momento all?altro la possibilit? dello sgombero, nessuno di noi avrebbe per? potuto immaginare un uso cos? spietato delle violenza contro le persone colte nel sonno – racconta ancora, con voce rotta dall?emozione e dalla rabbia, Nilo Durbiano – quanto ? stato fatto, con la complicit? delle tenebre deve essere andato molto pi? in l? di quelli che devono essere stati gli ordini ricevuti, se all’alba ? stato impedito alle tv di poter entrare per far vedere lo scempio commesso sul campo del nostro presidio?. Intanto, nella valle ? stato dichiarato lo sciopero e sono iniziati una serie di blocchi stradali e ferroviari. ?Una violenza del genere non la avevo mai vista né mai avrei potuto immaginarla – dice Durbiano – quanto successo stanotte ? davvero l’ultimo atto che dimostra quanto la democrazia nel nostro paese sia stata per l’ennesima volta calpestata. Tutta l’Italia dovrebbe ora riflettere perché si tratta di una vergogna per tutti noi italiani?.

    http://italy.indymedia.org/news/2005/12/938154.php

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook