• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Tornate liberi, parola di zorro
    12
    dic.
    2005

    Tornate liberi, parola di zorro

    Condividi su:   Stampa

    da il Romanista ?Hanno chiuso tutti i miei programmi perché sono scomodo. Dal caso Camerun ad oggi il calcio ? solo peggiorato? PARLA IL GIORNALISTA PIU? CENSURATO D?ITALIA di ANDREA DI CARO Da inviato speciale a censurato speciale, carica che si ? guadagnato con certosina applicazione nei vari mezzi di comunicazione in cui ha lavorato, per colpa di quel brutto vizio (che pretese anche lui?) di voler fare il giornalista per davvero. Scomodo, contro, o pi? prosaicamente rompicoglioni. Appellativi che la maggior parte dei suoi colleghi (colleghi?) non riesce a vedersi appiccicare addosso neanche una volta in tutta la carriera, tanto certe penne trasudano miele e signors? al posto dell?inchiostro. Mentre di Oliviero Beha sembrano la seconda parte del cognome: ormai ? universalmente riconosciuto e presentato come Beha giornalista scomodo, Beha giornalista contro, Beha giornalista rompicoglioni. E invece sarebbe pi? giusto definirlo semplicemente Beha giornalista.

    Quindi
    scomodo, contro e rompicoglioni.
    Gli aggettivi che dovrebbero essere
    un semplice corollario e invece vengono
    rimarcati per le carenze altrui.
    E lui d?altra parte, che pure candidamente
    ammette di essere egocentrico,
    non ci tiene ad essere “il solo o quasi”:
    ?Mi piacerebbe che fossimo in
    tanti a vivere la professione nel modo
    giusto. A questo tipo di primato solitario
    non ci tengo?. Un altro primato,
    lo ha raggiunto adesso con ben tre
    libri in commercio, lui che ? stato
    spesso abituato a scriverli senza vederli
    pubblicati. ?E non a caso – spiega
    - uno, Trilogia della censura, ? una
    raccolta di tre miei libri editi, ma censurati
    e mai distribuiti negli ultimi
    vent?anni. Uno sul calcio Mundial
    Gate (1984) in cui parlavo del caso
    Italia-Camerun in Spagna ?82, dei
    trucchi, di camorra e di scommesse.
    Uno sulla televisione Antenne rotte
    (1990) e un altro sulla musica leggera
    L?Italia non canta pi? (1997)?. Gli
    altri due libri sono Sono stato Io(suo
    primo romanzo narrativo ?con dosi
    da cavallo di autobiografia? in cui
    racconta attraverso la storia di un
    giornalista in crisi umana e professionale,
    la crisi dei valori nel nostro
    paese e le degenerazioni dell?informazione)
    e lo sferzante Crescete e
    Prostituitevi che apre cos? ?Su viale
    di Tor di Quinto, a Roma, a poche centinaia
    di metri da un?importante caserma
    dei carabinieri, passeggia una
    donna male in arnese, che batte da
    sempre il marciapiede a qualunque
    ora e sotto qualunque cielo. Ha settantacinque
    anni. Il suo nome ? Italia
    ?.
    Hai una serie di bei record: oltre ai libri
    ti hanno censurato anche tante trasmissioni
    televisive e radiofoniche.
    Non ti sei fatti mancare niente?
    ?No, pare proprio di no?.
    Quante te ne hanno soppresse?
    ?Non ho fatto questo conto, anche se
    alla fine di Crescete e prostituitevi, su
    richiesta dell?editore Bur, ho sostituito
    la mia biografia con le principali
    note di censura; solo quelle portavano
    via tre pagine??.
    L?allontanamento da Repubblica,
    quello dalla Rai, libri mai distribuiti,
    programmi chiusi. Quale ? stata la censura
    che ti ha lasciato pi? amarezza?
    ?Tutte quante, sono state note dolenti
    in differenti momenti. Quando ho
    avuto la censura da “Repubblica” per
    il Mundial Gate e la storia di Italia-Camerun
    ero preoccupato pi? di salvare
    la pelle, perché ricevevo minacce di
    morte della camorra? In quel caso,
    come spiego in Trilogia della
    censura, ho salvato la pelle e non la
    carriera. Ma all?epoca ero preoccupato
    pi? per la prima che per la seconda?
    Quando hanno chiuso “Va pensiero”,
    programma di grande successo
    che facevo con Barbato, mi ? sembrata
    una vera ingiustizia. Da allora, e sono passati 15-16 anni, non faccio
    pi? televisione con regolarit?. Poi,
    quando hanno chiuso “Radio Zorro”,
    che era il programma pi? ascoltato
    negli anni 90, il danno pi? che a me,
    che pure ci sono rimasto malissimo,
    lo hanno fatto ai cittadini, per il servizio
    che rendeva. L?anno scorso hanno
    chiuso “Radioacolori”. In tv non capito
    pi?, se non occasionalmente. Dopo
    Repubblica non mi hanno fatto
    scrivere pi? per anni sui giornali.
    Adesso ho ricominciato a fare qualcosa
    sull?Unit?. Materiale ce ne ? tanto…
    Giudica tu, giudicate voi. Ognuno
    pu? scegliere, come al supermercato,
    il pezzo di censura che lo incuriosisce
    di pi??.
    Ormai la prendi con ironia?
    ?Ci ho fatto l?abitudine, ma in realt?
    il vero problema della censura ? un altro,
    che riassuno in due punti. Primo:
    se io giornalista sono universalmente
    riconosciuto come scomodo, allora
    gli altri sono comodi? E se ? cos?,
    che fine ha fatto il giornalismo in questo
    paese? Secondo: i censurati sono
    quelli che non possono pi? parlare o
    parlare di meno come accade a me o
    sono i destinatari delle opinioni? Non
    ? forse il pubblico il vero censurato?
    Come vedi, ci sono in ballo cose molto
    serie che riguardano la cultura, la
    democrazia, la politica, il livello di decenza
    di un paese?.
    Esiste ancora il giornalismo di inchiesta? E dove?
    ?Ne esiste poco, molto poco. Ogni
    tanto sui quotidiani, in televisione
    sempre meno. Cito i classici, il solito
    Stella sul “Corriere della Sera” o la Gabanelli
    con “Report”, qualche tv locale
    o giornale locale. Ma quando si comincia
    a fare un elenco ? un brutto segno,
    significa che c?? poco in giro?.
    Spesso si confonde l?inchiesta svolta
    prima che avvengano i fatti,quella che
    prova a prevenire, con quella che racconta
    fatti gi? avvenuti…
    ?E? gi? faticossissimo raccontare le
    cose dopo che sono uscite, ad esempio
    attraverso gli atti di una sentenza
    di un tribunale; figuriamoci scoprirle
    prima di un magistrato. Sulla classe
    di governo di questo paese ? una fatica
    tremenda raccontare le cose.
    Sembra diventata una cosa impossibile?
    Ci vorrebbe Zorro. Ma, appunto,
    “Zorro” ? stato chiuso?.
    Tra le tue prerogative, che mi piace definire
    qualit?, c?? quella di essere bipartisan:
    sei scomodo e contro per la sinistra
    e per la destra,a differenza magari
    di altri noti censurati che sono per? schierati
    da una parte politica.
    ?Recentemente, sul “Corriere della
    Sera”, sono stato inserito, e con grande
    evidenza, tra i censurati dal centrodestra.
    E lo stesso giorno, sul
    “Giornale” di Berlusconi, ero tra i
    censurati dal centrosinistra? Quindi,
    come dici tu, ? difficile collocarmi.
    Ma per un motivo semplice; io mi
    pongo le domande elementari che sono
    alla base della mia professione. Sono
    prima un giornalista o un milite di
    uno schieramento? Un giornalista
    deve pensare a fare il giornalista, poi
    ovviamente avr? le sue idee politiche
    e voter? come gli pare, ma che importa?
    Se uno mette in discussione il fatto
    di raccontare o meno certe cose
    perché possono recare danno alla sua
    parte politica, allora ? finito il mestiere.
    Infatti il mestiere sta finendo. Non
    ? che io non abbia idee, ce l?ho, solo
    che non le sovrappongo ai fatti e soprattutto
    non mi pongo in partenza il
    quesito: mi conviene o non mi conviene?
    Purtroppo ? quello che invece
    si domanda la maggior parte della nostra
    categoria che o ? tifosa di uno
    schieramento o addirittura investe in
    borsa su Tizio, Caio o Sempronio.
    Non ci sono pi? giornalisti, ma pubblicitari
    all?ombra di un partito, di un
    centro di potere. E sembra che tutti
    abbiano il terrore di rimanere sosoli?
    ?.
    Gli oneri dell?essere scomodo li abbiamo
    descritti. Chi fa il nostro mestiere
    per? ? anche un po? egocentrico, un po?
    narciso… Quanto ti piace essere definito
    scomodo, ed essere tra i pochissimi
    a poter sventolare questa bandiera?
    ?Mi piace poco. Sono sicuramente
    un egocentrico, fin troppo sotto alcuni
    punti di vista, ma per niente da questo
    che citi tu. Io vorrei una categoria
    che facesse meglio il proprio mestiere,
    facendo andare meglio il proprio
    paese, perché un paese che ha una
    stampa all?altezza della situazione va
    meglio. La stampa ? la spina dorsale
    di un corpaccione, in Italia come nel
    resto del pianeta. Se la spina dorsale
    non c??, rimane un corpo sbilenco
    che non riesce a muoversi, un corpo
    pieno di lordosi, scifosi, scoliosi. Ed ?
    quello che stiamo vedendo oggi. Io farei
    volentierissimo a meno di questa
    mia solitudine di giornalista scomodo
    per dividere con gli altri gli onori e
    gli oneri o, meglio ancora, le responsabilit?,
    che mi sembra il termine pi?
    giusto. E invece no. Non succede?.
    In “Crescete e prostituitevi” parli dell?Italia.
    Ma sostieni anche che il calcio ?
    lo specchio del paese. Allora quanto ?
    cresciuto e si ? prostituito il calcio italiano?
    ?Secondo gli ultimi dati Censis, in
    Italia sempre meno persone sono
    sempre pi? ricche, mentre aumenta
    a dismisura la quantit? dei poveri: 7
    milioni abbondanti di persone non
    riescono ad arrivare alla fine del mese.
    D? l?idea della cittadella assediata.
    Dovrebbe essere molto preoccupante
    per tutti, no? E invece pare che non
    freghi niente a nessuno. Detto questo,
    il paragone col calcio non ti sembra
    calzante? Non ? diventato anche
    il calcio un gioco solo per tre squadre?
    E sai perché? Perché i meccanismi
    sono gli stessi che regolano la societ?
    italiana, anzi addirittura le persone
    sono le stesse, perché a governare il
    calcio italiano, oltre al solito Carraro,
    che ? l? da trent?anni, ci sono la Fiat,
    Berlusconi, Tronchetti Provera? E
    allora??.
    Il fatto di aver toccato con mano il marcio
    che c?? nel calcio, ti ha fatto passare
    un po? di passione?
    ?No, mi piace ancora. Certo, la parte
    emotiva ? a rischio perché viene guastata,
    assediata, aggredita dalle nefandezze.
    Il calcio ? mutato in peggio.
    Ma quando posso vado a vedere la Fiorentina
    di cui sono tifoso, il che non
    mi impedirebbe, come ? accaduto in
    passato, di scrivere e indagare sulla
    Fiorentina se ci fossero cose che non
    vanno?.
    Prendo in prestito la torre di Sabelli
    Fioretti? Carraro o Pescante?
    ?Questi si sono comprati la torre con
    tutto il terreno intorno, come puoi
    buttarli gi?? Non ci salgono sulla torre,
    l?hanno affittata??.
    Moggi o Giraudo?
    ?Sono insieme, legati nella caduta?.
    Galliani o il ?tuo? Della Valle?
    ?Fino a prova contraria, Della Valle
    dice e qualcosa fa in direzione di un
    calcio migliore. Galliani fa quello che
    deve fare: il dipendente del Milan e di
    Berlusconi. E poi fa il presidente della
    Lega, come al solito all?insegna del
    conflitto di interessi, accettato da tutti.
    Butto Galliani?.
    Alessandro Moggi da presidente della
    Gea a presidente della Iasa, dall?anomalia
    alle istituzioni.
    ?I figli so piezz e core??.
    Il processo doping ? troppo trascurato
    o, come dice la Juve, troppo spettacolarizzato?
    ?Se ne parla poco e quel poco viene
    fatto male, per cui da un certo punto
    di vista potrebbe addirittura aver ragione
    la Juventus. Se per? dicesse
    quello che dovrebbe dire e non dice:
    ?Facciamo un?inchiesta seria su tutti
    e vediamo chi ? coinvolto e da dove
    comincia tutto il meccanismo??. E
    invece si vende il processo alla Juventus
    come una merce. Come il caso
    Pantani: ? forse servito a sensibilizzare
    lo sport amatoriale, che ? quello
    pi? a rischio di doping? Mi pare di
    no??.
    Il caso Pantani mi ricorda il tuo Mundial
    Gate: mai toccare le medaglie di casa.
    Mai scalfire chi ci regala emozioni, anche
    se taroccate, se non si vuol passare
    per terrorista, pazzo, visionario.
    ?S?, ? cos?. Uno dei problemi della nostra
    categoria ? di sapere sempre tutto
    e non dire quasi mai niente?.
    Tu sei un esteta del calcio. Un giudizio
    su Totti, Del Piero e Cassano.
    ?Sono tre grandi giocatori che impersonificano
    tre modi diversi di stare
    al mondo. Totti ? davvero un fenomeno
    ed ? molto meno stupido e rozzo
    di quanto non sembri o lo vogliano
    far apparire. Si spende in iniziative
    di solidariet? senza strombazzarle
    ai quattro venti e questo gli fa onore.
    Per Del Piero c?? stato un prima e dopo
    Cristo. Prima dell?infortunio ? stato
    un giocatore straordinario, ora ? in
    una seconda fase meno luminosa della
    prima, ma ancora bella da vedere.
    E? un ottimo giocatore nel corpo di
    chi ? stato un grandissimo? Cassano
    ? un talento riottoso. Al momento
    non scommetterei né su di lui né contro
    di lui sulla possibilit? che possa
    migliorare il suo status. Forse potrebbe
    farlo in una societ? che mette
    tutti nella condizioni di farlo, come la
    Juventus?.
    Sul calcio italiano ha pesato pi? Berlusconi
    o il berlusconismo che ? venuto
    dopo?
    ?Berlusconi pesa su tutta la societ?
    italiana e molti, sbagliando, credono
    che lo faccia solo come individuo. Il
    vero problema invece ? il berlusconismo,
    cio? il cosidetto fondamentalismo
    economico: tutto si vende e si
    compra. E? tutta una questione di denaro,
    in una societ? putrefatta e prostituita.
    Fuori dal calcio e nel calcio?.
    In Crescete e Prostituitevi nella
    generale tensione al miserabile
    cerchi ?briciole di indipendenza di
    giudizio e di autonomia di pensiero?
    e dopo molto cercare citi Sofri, De
    Gregori, Moretti e… Zeman
    ?Un intellettuale ceco, che per? fa
    l?allenatore di calcio?.
    Il prossimo grande business: gli stadi.
    ?Dieci anni fa li hanno rifatti perché
    servivano grandi, ora li fanno perché
    servono piccoli. Come nella moda:
    stagione stadi grandi, stagione stadi
    piccoli. In realt? ? tutta un?occasione
    per far soldi?.
    Il tuo rimpianto, la grande soddisfazione
    e il sogno?
    ?Il rimpianto ? per certe cose che
    avrei potuto fare meglio. La soddisfazione,
    a livello professionale, ? poter
    andare in giro (e l?ho sempre fatto negli
    ultimi 30 anni) senza abbassare lo
    sguardo: qualche volta sono temuto,
    molto spesso detestato, ma comunque
    sempre rispettato. Il sogno: che
    uno non passi come fosse stato niente,
    che le cose non finiscano con lui e
    lasci degli eredi?.
    Una proposta indecente che hai rifiutato?
    ?Fino a qualche anno fa ne ho avute e
    rifiutate, di politiche e di economiche.
    Dovrei elencarne una sfilza, non
    voglio tediare??.
    Il giornalismo ha pi? arricchito la tua
    vita privata o l?ha condizionata in negativo
    togliendo spazio?
    ?Assolutamente pi? condizionata in
    negativo. Il vero prezzo che ho pagato
    non ? non essere stato il direttore
    del Corriere della Sera o del Tg 1 o del
    Tg 5, ma l?aver importato tra le mura
    domestiche quintali, tonnellate di
    nervosismo?.
    Rimpiangi quello che potevi fare meglio.
    Ma c?? qualcosa che non rifaresti?
    ?No, rifarei tutto?.

     commenti
    Commenti
    273
    Lascia un commento
    Raleigh Nervis .
    20/03/2012 alle 08:59
    Thanks for the auspicious writeup. It the truth is was when a leisure account the idea. Look intricate to significantly added gratifying from a person! However, how can easily we continue a correspondence?
    Glinda Monetti .
    20/03/2012 alle 06:21
    Write more, thats all I have to say. Literally, it seems as though you relied on the video to make your point. You definitely know what youre talking about, why throw away your intelligence on just posting videos to your weblog when you could be giving us something informative to read?
    Tanner Prioleau .
    20/03/2012 alle 05:48
    Having read this I thought it was really informative. I appreciate you taking the time and energy to put this article together. I once again find myself spending a significant amount of time both reading and commenting. But so what, it was still worthwhile!
    Vivienne Westwood Bracelets UK .
    20/03/2012 alle 05:15
    Thank you for some other great article.
    Lavada Cainne .
    20/03/2012 alle 03:33
    I used to be able to find good advice from your blog posts.
    Brock Clayburg .
    20/03/2012 alle 03:16
    Together with every little thing that seems to be building inside this subject material, your viewpoints are rather stimulating. Having said that, I beg your pardon, but I can not give credence to your entire idea, all be it exciting none the less. It looks to us that your commentary are generally not totally justified and in fact you are yourself not really entirely certain of the point. In any case I did enjoy examining it.
    Josefine Bivans .
    20/03/2012 alle 02:52
    Neat blog! Is the theme customized or do you obtain it from somewhere? A style like yours using a few easy tweeks would really help make my website shine. Please allow me to know where you still have your layout. Kudos
    Maxima Knightstep .
    20/03/2012 alle 02:39
    I feel really glad There is this details. Nowadays bloggers publish only about gossips as well as internet this also is really irritating. A very good blog along with interesting articles, this can be what I need. Thanks pertaining to keeping this internet site, I'll be visiting the idea. Do one does newsletters? Cant still find it.
    Rebeca Credit .
    20/03/2012 alle 02:16
    Needed for you to send you that extremely little remark basically to thanks once more because of those spectacular techniques you might have provided in the following paragraphs. It's thus particularly generous with folks as you to create unreservedly what many of us could possess marketed regarding book in order to earn several dough regarding themselves, primarily considering you may have tried it once you wanted. The strategies also acted to obtain fantastic solution to know in which everyone's similar desire in the same way my personal to comprehend greatly much more regarding treatment plans. I'm sure there are 1000s regarding more attractive opportunities in the beginning those involving you that proceed through your post post.
    gutscheine coupons .
    20/03/2012 alle 00:42
    Das Leben wird nicht billiger doch ein Preisvergleich mit Gutscheinen kann Ihnen helfen, Geld zu sparen. Nutzen Sie unseren Service völlig kosten. Wir zeigen Ihnen, wie Sie bares Geld sparen können.
    ugg scarpe sito ufficiale .
    19/03/2012 alle 22:53
    This website can be a walk-by way of for all of the info you needed about this and didn’t know who to ask. Glimpse here, and you’ll undoubtedly discover it.
    ugg online .
    19/03/2012 alle 22:53
    You made some decent points there. I looked on the internet for the issue and found most individuals will go along with with your website.
    katalog sinok .
    19/03/2012 alle 20:26
    I’m totally into this blog. It’s great!
    Nike Dunk SB Low .
    19/03/2012 alle 18:42
    I have decided not to reply any posts forever,but your post is so excellent and which well explains our emotion,so I told to myself that I must say something this time,waiting for better posts!
    porzadne strony .
    19/03/2012 alle 15:32
    I’m impressed how marvelous this blog is. well done!
    japan style .
    19/03/2012 alle 13:36
    I am also writing to let you be aware of what a exceptional encounter my girl had reading through your blog. She came to understand a wide variety of details, which include what it is like to have an ideal helping nature to have other individuals quite simply grasp certain impossible matters. You undoubtedly did more than our expectations. Thank you for presenting the informative, healthy, informative and easy tips on this topic to Ethel.
    micro scooters .
    19/03/2012 alle 08:42
    Hi, I just discovered your web site via yahoo. Your viewpoint is truly pertinent to my life at this moment, and I’m really pleased I discovered your website.
    individual health insurance plans .
    19/03/2012 alle 00:48
    Good day I am so excited I found your web site, I really found you by mistake, while I was searching on Yahoo for something else, Nonetheless I am here now and would just like to say many thanks for a remarkable post and a all round thrilling blog (I also love the theme/design), I don’t have time to go through it all at the moment but I have saved it and also added in your RSS feeds, so when I have time I will be back to read a lot more, Please do keep up the superb work.
    Wow, wonderful blog layout! How long have you been blogging for? you made blogging look easy. The overall look of your web site is great, as well as the content!
    kamagra .
    18/03/2012 alle 18:06
    Dies ist ein super blog.i Liebe kommenden editieren, Inhalte ist gross.And here is my site Generic Viagra
    marzec 15 .
    18/03/2012 alle 14:04
    Thanks so much for giving everyone such a nice possiblity to read articles and blog posts from this blog. It is often so awesome and packed with a lot of fun for me and my office acquaintances to visit your site minimum thrice a week to read through the fresh items you have got. And of course, I'm also usually impressed considering the astounding concepts you give. Selected 2 tips in this posting are absolutely the most impressive I have had.
    Fiberglass Indonesia .
    18/03/2012 alle 12:40
    Hello There. I found your blog using msn. This is an extremely well written article. I’ll make sure to bookmark it and come back to read more of your useful info. Thanks for the post. I’ll certainly return.
    gay sponsor .
    18/03/2012 alle 10:57
    Thanks, will check back http://www.olivierobeha.it/articoli/2005/12/1355n soon enough, have bookmarked you for the time being. gay sponsor
    rosetta stone british .
    18/03/2012 alle 02:41
    http://www.top-rosettastone.com/index.php?main_page=product_info&cPath=9&products_id=1
    Chefsasson .
    18/03/2012 alle 00:22
    I definitely wanted to type a comment so as to say thanks to you for the splendid strategies you are sharing here. My prolonged internet lookup has at the end been paid with good content to share with my companions. I would state that that we site visitors are unquestionably blessed to exist in a very good site with many special people with very helpful suggestions. I feel rather lucky to have encountered your web page and look forward to so many more pleasurable moments reading here. Thank you once more for all the details.

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook