• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Bari: parco alta murgia, da frode grave impatto ambien...
    12
    gen.
    2006

    Bari: parco alta murgia, da frode grave impatto ambientale e danni a ue per 10 mln

    Condividi su:   Stampa

    LA RADIO A COLORI NE PARLAVA IL 13 GENNAIO DEL 2000... Bari, 11 gen. - (Adnkronos) - Ha provocato danni all'Unione europea per oltre 10 milioni di euro la frode scoperta con l'operazione 'Apocalisse' conclusasi questa mattina con l'arresto di 30 persone e il sequestro di migliaia di ettari di terreno nel Parco nazionale dell'Alta Murgia, su disposizione della procura della Repubblica di Trani. Le indagini erano state avviate nel 2003 con il sequestro operato dal Corpo forestale dello Stato di un terreno appartenente alla zona di Protezione speciale dell'Alta Murgia, abusivamente trasformato da pascolo ad appezzamento agricolo.

    Da quel punto di partenza i forestali hanno esteso i controlli
    all’intera superficie del parco pugliese per definire l’estensione di
    quello che da subito si e’ rivelato come un fenomeno generalizzato e
    ad alto impatto ambientale. In tre anni gli agenti del Corpo Forestale
    hanno perlustrato la superficie del parco ed hanno censito e
    perimetrato tramite Gps tutte le trasformazioni abusive avvenute nel tempo.
    Cosi’ si e’ scoperto che le alterazioni del
    territorio e la trasformazione dei fondi da pascolo a seminativo erano
    finalizzate alla richiesta di contributi della Comunita’ europea in
    materia di Pac. La frode ha causato danni all’Ue per oltre 10 milioni
    di euro, mentre dal punto di vista ambientale risultano alterati
    30milioni di metri quadrati di superficie di natura carsica
    storicamente destinati alla pastorizia.

    Fondamentale nello svolgimento delle indagini e’ stato il
    confronto delle aerofotogrammetrie, ovvero le immagini rilevate dal
    satellite, con quelle realizzate negli anni precedenti a partire dal
    1989, che ha permesso di circoscrivere l’esatta mappatura dei
    territori illecitamente adibiti all’agricoltura. Grazie alla rete
    informatica e alla banca dati Sim (Sistema informativo della montagna)
    del Corpo forestale e’ stato poi possibile incrociare le zone
    fotografate con le mappe catastali per risalire ai proprietari dei
    terreni.
    L’impatto ambientale e’ stato definito gravissimo
    per la parziale distruzione di un paesaggio unico, quello della
    ‘pietra affiorante’, e per i dissesti idrogeologici che ha prodotto.
    Pale meccaniche e aratri hanno distrutto la stratificazione naturale
    del suolo, compromesso la struttura fisica e la continuita’ nella
    canalizzazione e nella porosita’ dei terreni alterando la
    conducibilita’ termica e idraulica delle superfici.

    Ora in quelle zone, sottolinea il Corpo forestale dello Stato,
    ”il tipico paesaggio altomurgiano si presenta banalizzato e
    compromesso: e’ stato in buona parte distrutto il terreno carsico
    superficiale, caratterizzato da lame e doline, ed e’ stato alterato
    quello sotterraneo per la diminuzione della quantita’ di acque che
    riescono ad infiltrarsi nella superficie ora argillosa”.

    ”La vegetazione stessa -rileva il Cfs- ha subito gravi danni,
    considerando che nei territori trasformati in coltivi, o
    desertificati, si e’ avuta una perdita totale della biodiversita’.
    L’indebolimento della struttura globale a causa dello sgretolamento
    dei suoi aggregati superficiali ha impoverito la sostanza organica, ha
    ridotto la capacita’ di ritenzione idrica del suolo ed ha aumentato
    l’esposizione del suolo ai fattori erosivi che ne stanno accelerando
    il processo di desertificazione”.

    Argomenti:
     commenti
    Commenti
    83
    Lascia un commento
    Will Almada .
    20/03/2012 alle 02:52
    Yay yahoo is my own world beater helped me to discover this outstanding site!. I think half your unhappiness within life emanates from people becoming afraid to look straight with things. by Bill J. Locke.
    gas vergleich .
    20/03/2012 alle 02:31
    Das Leben wird nicht billiger doch ein Preisvergleich mit Gutscheinen kann Ihnen helfen, Geld zu sparen. Nutzen Sie unseren Service völlig kosten. Wir zeigen Ihnen, wie Sie bares Geld sparen können.
    Jeffrey Mcglockton .
    20/03/2012 alle 01:53
    I blog often and I truly thank you for your content. This article has truly peaked my interest. I am going to take a note of your site and keep checking for new information about once a week. I subscribed to your RSS feed as well.

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook