• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Media weeks
    01
    mar.
    2006

    Media weeks

    Condividi su:   Stampa

    Sono stata contattata telefonicamente e mi dicevano che avevo vinto un viaggio, vengo invitata l'indomani in un grande hotel, dove ragazze sorridenti parlavano solo di viaggi a prezzi stracciati, l'unica cosa devi diventare socio... gratuitamente a sentire loro mi fanno firmare un foglio all'ultimo momento e lo mettono in una busta chiusa e sigillata ...

    Quando sono arrivata a casa… ecco la sorpresa con accuratezza avevano coperto con il depliant la parte che diceva che stavo acquistando un contratto di compravendita di certificato di associazione in time-share… alla cifra di 17.900€!!!!Ho fatto la raccomandata di annullamento,basterà? o mi arriverà tra qualche tempo qualcosa da pagare???Irene Bianchi—————————–Voglio segnalarvi che la Media Weeks continua nella sua attività. Mi spiego: come altre persone sono stato contattato al telefono di casa la scorsa settimana da una gentile signorina che mi informava di essere stato sorteggiato e vinto un buon soggiorno per tutta la mia famiglia (ma guarda che fortuna!!!!). La stessa mi sollecitava il ritiro del coupon di vincita presso un albergo di Pisa per la mattina del giorno 26/02/2006. Nonostante la mia diffidenza per casi analoghi, la mattina mi sono recato presso l’albergo per curiosità. Sono stato ricevuto con tutti gli onori ma, stante il mio atteggiamento diffidente, alcuni responsabili devono aver percepito il mio strano comportamento, tanto che mi hanno fatto entrare nella sala riunioni dove erano presenti altri poveri “fortunati” a colloquio in tavoli separati. Il solerte collaboratore della Media Weeks, dopo avermi chiesto la professione svolta, mi consegnava un buono della società Gheo srl di Bologna, a cui dovevo rivolgermi per ritirare il premio. E’ proprio così, due minuti e mi ha liquidato, mentre alle altre persone presenti nella sala venivano illustrati dei cataloghi del tipo turistici. Alle mie rimostranze circa il diverso atteggiamento e trattamento, il collaboratore mi informava che il colloquio era terminato e mi sollecitava ad uscire dalla sala, accompagnandomi sino all’esterno dell’albergo. Era evidente che questi aveva compreso il mio atteggiamento di indisponibilità.Con questa esperienza voglio solo segnalare a tutte le altre persone “fortunate” che verranno sorteggiate di diffidare, evitando di sottoscrivere qualsiasi proposta, affinché non si trovino poi nella condizioni di dover pagare somme di denaro per cose che non avevano richiesto.Conclusioni: ma è possibile che ancora circolano in giro certe persone che giocano sulla buona fede della gente?Maurizio Lilli

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook