• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Ebbene si. lo ammetto: sono un c(beep)
    05
    apr.
    2006

    Ebbene si. lo ammetto: sono un c(beep)

    Condividi su:   Stampa

    Ebbene si. Lo ammetto: sono un c(beep) e dovrei vergognarmene, ma non ci riesco, neppure se mi sforzo. In fondo, a pensarci bene, forse non ho alcun motivo per ripudiare la mia natura, perché l'umanità non si sarebbe potuta sviluppare senza i c(beep): sono loro che producono gli spermatozoi, sono loro che danno origine alla vita. E allora, quasi quasi, rivaluto quella che doveva essere un'offesa e mi sento lusingato di appartenere a questa categoria.

    Provi, il Presidente Berlusconi, a strapparsi dal basso ventre questi stupidi c(beep) e ci dica pure come si sente senza.
    Voterò a sinistra, io che di politica me ne sono sempre occupato poco, perché non posso immaginare altri cinque anni di “linguaggio rozzo ma efficace”, come lo definisce lui. Mi perdoni il Presidente Berlusconi se mi autocensuro: sono un rivoluzionario, sono tra i pochi che in trentasei anni della propria vita non hanno mai usato un termine volgare, neppure quando gli girano i c(beep). Dovrei prendere esempio da lui?
    Grazie, Presidente, per aver riportato in superficie la mia natura di c(beep): lo sarò ancor di più alle urne, e ne andrò fiero.
    dr. Luigi Civita
     

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook