• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Moggi for president?
    08
    mag.
    2006

    Moggi for president?

    Condividi su:   Stampa

    Ho letto una parte del suo articolo sulle intercettazioni a Moggi. Vedo che è sempre la solita storia in Italia. Lei fa l’esempio di Ricucci, e di tutti gli altri, dimenticandosi di Fassino e Consorte. A già. Dimenticavo, quelli fanno parte della classe politica buona, e quindi bisogna lasciarli fuori dai casini. In politica è meglio ricordare quanto è ladro Berlusconi, quanto è mafioso, quanto è intrallazzatore, ma soltanto per 5 giorni alla settimana dal lunedì al venerdì poi il sabato e la domenica i ladri diventano quelli della Juve e Berlusconi diventa un brav’uomo, uno che nel calcio è pulito come una mammoletta. Ma torniamo al discorso del calcio. [continua...]------------------------------------Sono d'accordo con Lei di principio, e infatti la candidatura nemmeno troppo provocatoria di "Moggi sul Colle" è mia. Quanto alle intercettazioni, non ho mai fatto sconti a nessuno, se Lei mi ha letto in passato, tantomeno alla combriccola di Consorte e c. nell'articolo su Moggi, era solo un fatto di sintesi. Comunque, qui trova il mio archivio. Le domando e domando a tutti i visitatori di questo sito: ma che deve accadere, nel calcio e nella politica, per scendere in piazza come succede nei paesi più civili?o.b.------------------------------------

    [...]Nessuno tirerà fuori i nomi di altri dirigenti di altre squadre, rimarrà solo la Juve, come nel caso doping. Da tifoso della Juve, spero che venga retrocessa in b o in c, almeno le squadre che non vinceranno lo scudetto non avranno più alibi e i conduttori di trasmissioni televisive, non solo il processo, ma anche delle televisioni locali, saranno costretti a parlare di calcio o a cercarsi un lavoro. Volevo ricordarle che in un paese di furbi (dove moltissimi non pagano le tasse) e di raccomandati, Moggi non è il peggiore di tutti. Il difetto di Moggi è di venire dal basso e di avere fatto fortuna, non molto onestamente, ma esattamente come tanti altri. Insomma Moggi è un po’ come Cassano. Quell’ingrato, che veniva da uno dei quartieri più poveri d’Italia, ha avuto il coraggio di chiedere dei soldi a una miliardaria come Rosella Sensi, e per questo è stato attaccato da tutti qui in Italia. Invece Tommasi, novello San Francesco i miliardi li ha fatti risparmiare a una come la Sensi che è nata in villa con piscina. Ma sì è giusto che i ladri in politica siano solo i socialisti e i democristiani (solo quelli che stanno nel centrodestra però non quelli del centrosinistra), e che nel calcio i ladri siano solo quelli della Juve. Un ultima cosa. Sono mesi che stanno ripetendo che l’Italia è sull’orlo del baratro, che siamo quasi come l’Argentina ecc.ecc. e poi scopro che ci hanno meso un mese, tra varie lotte politiche, per eleggere i presidenti di camera e senato e ora devono eleggere ancora il capo dello stato. La situazione dell’Italia è talmente drammatica che è una settimana che stiamo parlando di Moggi. E se fosse lui il prossimo presidente della Repubblica?
    Claudio, 49 anni, operaio dell’Iveco di Brescia.
     

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook