• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Salute. l’accanimento terapeutico e’ reato...
    19
    nov.
    2006

    Salute. l’accanimento terapeutico e’ reato in gran bretagna

    Condividi su:   Stampa

    da RaiNews24.itTempi duri in Gran Bretagna per i medici anti-eutanasia: e' in arrivo una serie di norme e direttive che ne prevede l'incriminazione se non staccano la spina e insistono nella somministrazione di terapie quando invece il paziente ha espresso chiaramente in passato il suo desiderio di non essere curato ad oltranza.

    Lord Falconer, il ministro della Giustizia, ha gia’ avvertito che il medico non disposto ad obbedire al nuovo regolamento (articolato nel ‘Mental Capacity Act’) rischiera’ la prigione o grosse multe. La pena massima sara’ di cinque anni di carcere, in quanto il reato e’ stato equiparato all’aggressione.    In base al ‘Mental Capacity Act’, che dovrebbe entrare in vigore nel corso della primavera 2007 e ha l’appoggio del ministro della Sanita’ Patricia Hewitt, familiari e amici di una persona colpita da un male incurabile e non piu’ in grado di intendere e volere a pieno titolo potranno far causa ai medici in caso di accanimento terapeutico.   Il ‘Mental Capacity Act’ dovrebbe dare piena cittadinanza giuridica ai ‘living wills’ e cioe’ ai testamenti di persone che in passato hanno espresso in modo esplicito il desiderio di non essere curate se colpite da una grave e irrimediabile invalidita’ che ne danneggia l’attivita’ cerebrale.

    Argomenti:
     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook