• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Timbri postali
    28
    dic.
    2006

    Timbri postali

    Condividi su:   Stampa

    Gentile dott. Behasono anche io iscritta  all'albo dei giornalisti  e   mi dovrei occupare per il quotidiano  "il tempo "(con scarsissima soddisfazione) della cronaca locale , ma mi  sto interessando e vorrei occuparmi di uno strano caso :  perchè tutte o quasi tutte le lettere che contengono pagamenti non hanno più il timbro postale ?  Arrivano tutte in buste con" tariffa pagata",arrivano al limite della scadenza  ,contengono tutte, insieme al bollettino recante il pagamento , l'invito a pagare tramite"autorizzazionepermanente di addebito in conto"  .ovviamente si sa che, se il pagamento  si fa in ritardo, si paga una mora o addirittura si rischia la sospensione del servizio .

    Secondo il direttore dell’ ufficio postale di Chieti  <da due o tre anni è in vigore una legge per cui le poste non sono più obbligate ad apporre il timbro recante informazioni sulla data e il luogo di spedizione>  , ho chiesto allora se queste informazioni sono deducibili dallo strano codice a barre che invece  viene impresso su tutte le buste ma la risposta è stata vaga e sfuggente <serve a noi per controllare il “flusso” interno>. Hocontattato  (fra le unioni consumatori)ADUC -sos on line ecco la loro risposta: gentile signora Palombaro, l’unico metodo certo e valido per farsi recapitare la corrispondenza e’ quello della raccomandata A/R, altrimenti e’ tutto indicativo e viaggia a rischio del destinatario. Quindi, se vuole, caso per caso, potrebbestipulare contratti che prevedono questo tipo di spedizione, sempre che l’altra parte contrattuale sia d’accordo (altrimenti esiste la domiciliazione bancaria).I codici a barre delle lettere servono all’ufficio per l’immissione e la rintracciabilità nel loro circuito elettronico.Non ci risulta che il timbro postale non debba piu’ essere apposto.Cordiali saluti.http://www.aduc.it
     
     

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook