• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Prezzi carburanti-questo l’ennesimo comunicato stamp...
    09
    gen.
    2007

    Prezzi carburanti-questo l’ennesimo comunicato stampa per fare in modo che qualcuno intervenga per ottenere la definitiva cessazione delle incredibili speculazioni da parte chi produce e distribuisce derivati del petrolio.

    Condividi su:   Stampa

    da FederConsumatori.it"Continueremo a denunciare l’andamento dei prezzi dei carburanti e la relativa doppia velocità che li caratterizza, anche a costo di risultare noiosi”, sostiene Rosario Trefiletti, Presidente della Federconsumatori.“Come si spiega che nel dicembre-gennaio 2005-2006, con gli stessi costi del petrolio al barile, attorno ai 56-57 dollari e nonostante l’euro si fosse rivalutato di oltre il 10% (da 1.19-1.20 a 1.30-1.31), i prezzi della benzina siano rimasti invariati (attorno a 1.23-1.24)?

    Per gli altri questo può rimanere un mistero, ma per noi vi è la certezza che si stia perpetrando una forte speculazione sui prezzi dei raffinati del petrolio. Non ci risultano, infatti, riduzioni dei prezzi per i carburanti (se non per 3 millesimi di euro da parte della Erg e di 1 centesimo da parte dell’Eni: cose del tutto risibili). Naturalmente parliamo della benzina, del gasolio autotrazione, del gasolio di riscaldamento ed anche della “Vergin Naphta”, che è materia prima per la produzione di quasi tutti i beni di largo consumo: plastiche, vernici, detersivi ecc…Ci auguriamo fortemente che su tutta la questione del petrolio e dei suoi derivati si trovi uno spazio rilevante all’interno del conclave di Caserta, che il Governo si appresta a realizzare: dai controlli e verifiche necessarie, alle politiche strutturali della produzione e della distribuzione nel nostro Paese. Infatti, riteniamo che sia giunta l’ora di spostare dai ricchi dividendi delle società petrolifere alle famiglie meno abbienti del nostro Paese, poiché la variazione oggi necessaria di circa 7 centesimi a litro per la benzina, senza contare i prezzi degli altri derivati, comporta uno spostamento di risorse di 140 milioni di euro al mese, circa 1.6 miliardi all’anno”.

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook