• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Milano, otto arresti per truffa al servizio sanitario
    10
    gen.
    2007

    Milano, otto arresti per truffa al servizio sanitario

    Condividi su:   Stampa

    da Ansa.itFalsificavano cartelle cliniche e altre documentazioni per ottenere i rimborsi delle prestazioni sanitarie dalla Asl: la procura milanese, attraverso le indagini condotte dai Nas, ha scoperto cosi' la truffa commessa ai danni del servizio sanitario nazionale da otto amministratori, dirigenti e medici della clinica San Carlo di Milano, una casa di cura privata accreditata con il SSNN.

    Le persone finite nel carcere di San Vittore sono: Alberto Palmesi, presidente del Consiglio di amministrazione di Eukos, la società che gestisce la clinica; Carlo Schwarz, consigliere di amministrazione; Marina Sassaroli e i figli Grazia e Alberto Ciardo, e consiglieri di amministrazione e proprietari della clinica; Alberto Fantini, direttore sanitario; Carlo Zampori, responsabile della divisione di chirurgia generale; Gianluca Campiglio, medico chirurgo. Altri quattro medici e la responsabile dei Noc, Nuclei operativi di controllo della Asl Città di Milano sono stati iscritti nel registro degli indagati. Le accuse vanno dall’associazione per delinquere finalizzata alla truffa ai danni del SSNN al falso in atto pubblico. Le indagini hanno accertato che gli amministratori della clinica, mediante medici compiacenti, avrebbero falsificato cartelle cliniche, schede di dimissione ospedaliera e altra documentazione, per ottenere illecitamente dalla Asl milanese, e quindi dalla Regione Lombardia, rimborsi delle prestazioni per un importo (finora appurato) di oltre un milione di euro nell’arco dell’ultimo triennio (2003-2005). Per ottenere i rimborsi, tra l’altro, secondo l’accusa effettuavano visite private che fatturavano anche al Servizio sanitario nazionale ottenendo così due volte il pagamento: uno da parte del paziente e uno da parte del servizio pubblico. Dall’inchiesta, tutto ciò sarebbe avvenuto anche con la copertura dei Noc della Asl di Milano. I carabinieri del Nas stanno effettuando una serie di perquisizioni in case ed uffici. Alle 8:30, orario di apertura degli uffici dell’Asl di Milano, i carabinieri dei Nas si sono presentati in corso Italia, nella sede centrale dell’azienda sanitaria locale. I carabinieri stanno eseguendo perquisizioni e acquisizioni di documenti, che riguarderebbero non solo le attività dei Noc, i Nuclei operativi di controllo, ma che sarebbero tese a verificare possibili ulteriori responsabilità. Le ordinanze chieste dal pm Tiziana Siciliano, sono state firmate dal gip Luigi Varanelli.

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook