• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Ue sfida il mondo con nuovo piano europeo sul clima
    10
    gen.
    2007

    Ue sfida il mondo con nuovo piano europeo sul clima

    Condividi su:   Stampa

    da Reuters.itL'Unione Europea ha presentato oggi la "proposta politica più ambiziosa di sempre" per combattere i cambiamenti climatici, un progetto che intende ridurre del 20% rispetto ai livelli del 1990 le emissioni di gas serra entro il 2020, nell'ambito della nuova politica energetica dell'unione, sfidando il mondo a seguire il Vecchio Continente nella battaglia a difesa dell'ambiente.

    La Commissione ha fatto un appello ai paesi sviluppati per la riduzione delle emissioni dei gas colpevoli del riscaldamento globale del 30% entro il 2020, aggiungendo che l’Ue potrebbe andare oltre il suo 20% unilaterale se venisse ratificato un accordo internazionale.
    Il nuovo obiettivo Ue è più ambizioso di quello esistente per un taglio dell’8% nelle emissioni nel periodo 2008-2012 adottato dai 15 membri Ue prima dell’allargamento del 2004, ma che diversi paesi fanno già fatica a raggiungere.
    La Commissione ha aggiunto che il 20% dell’energia Ue dovrebbe arrivare da fonti rinnovabili, come il vento, entro il 2020.
    La proposta, che deve essere approvata dai governi Ue, prevede anche che la percentuale di riduzione possa salire al 30% se altri Paesi in via di sviluppo si uniranno.
    La proposta fa parte di un più ampio progetto energetico europeo per far decollare i combustibili da fonti rinnovabili, ridurre il consumo d’energia e limitare il dominio di società sui mercati Ue del gas e dell’elettricità.
    Nei giorni della disputa sulle forniture di petrolio dalla Russia, la prospettiva indicata dalla Commissione mira anche ad una politica energetica più ampia che riduca la dipendenza da fornitori stranieri, spingendo il blocco europeo a parlare con una sola voce sul palcoscenico mondiale.
    Ma Bruxelles ha fatto del riscaldamento globale il punto centrale della sua strategia.
    “Se adottato, sarà di gran lunga il piano politico più ambizioso di sempre, non solo in Europa ma del mondo, contro i cambiamenti climatici”, ha detto il presidente della Commissione Europea Jose Manuel Barroso nel corso di una conferenza stampa.
    L’Ue ha rinnovato il suo appello agli Usa, primo inquinatore del mondo, e ad altre delle principali economie affinché abbandonino le loro posizioni per condividere obbiettivi sulla riduzione delle emissioni.
    “Abbiamo bisogno di avere gli Stati Uniti al nostro fianco, penso personalmente che gli Usa cambieranno e saranno molto più ambiziosi in futuro sul tema dei cambiamenti climatici”, ha detto ancora Barroso, che questa settimana incontrerà il presidente americano George W. Bush.

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook