• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Citta’ ostaggio dello smog
    18
    gen.
    2007

    Citta’ ostaggio dello smog

    Condividi su:   Stampa

    da Ansa.itSemaforo rosso sull'inquinamento urbano per 24 città. Pm10, ozono e biossido di azoto non accennano a diminuire. Il trasporto su strada è tra i maggiori responsabili con punte fino al 70% nella capitale. E intanto è boom di auto. All'Italia la maglia nera in Europa. A Roma il ritmo di crescita ha raggiunto la punta record di 3 auto l'ora nel 2005 e il +176% del parco motocicli nel 2005 rispetto al '96. Trasporto pubblico urbano in chiaroscuro; va bene invece il verde urbano. Accettabile la situazione acquedotti con una copertura del 96% mentre la depurazione e' al 74,8%. Prato e Catania prime in produzione di rifiuti pro-capite nel 2004. Questa la fotografia sullo stato di salute delle città italiane scattata nel III Rapporto Apat Ambiente Urbano.

    Ecco nel dettaglio i risultati del monitoraggio:ARIA: maglia nera per PM10, ozono e biossido di azoto nel periodo 1993-2005. A fine giugno 2006 nel 77% dei punti di osservazione è stato superato il valore limite giornaliero della concentrazione di PM10. Per l ozono, nel 2005, nel 75% degli agglomerati è stata superata almeno una volta la soglia di informazione al pubblico. Sotto controllo monossido di carbonio, benzene, piombo e biossido di zolfo. TRASPORTI: il trasporto su strada è la principale sorgente emissiva di PM10 per più della metà delle città considerate; per Roma il contributo stimato è pari al 70%. Il contributo del settore industriale è consistente per i comuni con grandi poli industriali: Taranto (93%), Venezia (75%) e Genova (49%). PARCO AUTO: +20% in molte città del Centro-Sud rispetto al ’96. Nel 2005 a Roma e’ cresciuto al ritmo di circa 3 auto l’ ora. Il numero di autovetture pro-capite rimane tra i più alti d’Europa anche a livello dei singoli comuni. Quasi tutte le città superano la quota di 500 autovetture ogni 1000 abitanti. Molte superano quota 600, e Roma arriva a 732 autovetture per 1000 abitanti: in Europa (Italia esclusa), solo 6 città su più di 160 superano la soglia di 500 autovetture per 1000 abitanti. MOTOCICLI: In molte città, il numero è più che raddoppiato nel 2005 rispetto al 1996 con incrementi percentuali vanno da +63% a Torino a +176% a Roma. BUS: dominano i mezzi di superficie alimentati a gasolio, dal 60% a Parma al 99,9% di Reggio Calabria ma incremento di vetture meno inquinanti EURO 2 e EURO 3 e uso di carburanti alternativi. I mezzi a trazione elettrica sono diffusi nelle grandi città: Milano con circa il 40% della flotta di superficie, Torino con il 21%, Bologna 17%, Roma 10%, Napoli 14%; i filobus sono diffusi anche in città medio-piccole (Modena 15 % della flotta, Parma 16%, Cagliari 18%). Il metro è presente solo in poche città: la rete italiana (168 km) è meno della metà rispetto a quella della sola città di Londra (408 km), e inferiore a quella di altre capitali europee come Madrid (179 km). VERDE URBANO: la disponibilità pro-capite di verde urbano mostra un aumento pari all’88% delle città, con un aumento medio di 4,5 m2/abitante dal 1999 al 2003. ACQUE: valore medio di copertura del 96%. A livello nazionale i servizi di fognatura e depurazione mostrano un grado di copertura rispettivamente dell’84% e del 74,8%. RIFIUTI: a Prato e Catania i valori più alti di produzione di pro-capite nel 2004 come anche nelle città turistiche (Firenze, Venezia e Roma). Per la differenziata medaglia d’oro a Padova, con circa il 40%. In crescita nel periodo 2002-2004 la raccolta differenziata a Taranto (+116%), Catania (+113%), Roma (+96%) e Palermo (+36%) ma i valori assoluti (sotto il 10%), restano insoddisfacenti.

    Argomenti:
     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook