• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Ricette facili – medici contestano un’inda...
    19
    gen.
    2007

    Ricette facili – medici contestano un’indagine della corte dei conti

    Condividi su:   Stampa

    da Quotidiano.netDavanti agli uffici della Corte dei Conti di Milano più di cento medici di base hanno manifestato contro i procedimenti aperti contro 564 colleghi lombardi accusati di avere prescritto molti più farmaci rispetto alla media dei propri colleghi e sui quali pende una multa complessiva di 25 milioni di euro.

    “I controlli sono stati fatti a tavolino e solo su base statistica, senza nessun controllo incrociato, nessuna verifica presso i pazienti o i medici”, si lamenta Roberto Carlo Rossi, segretario nazionale medici di base, che contesta la modalità d’indagine della Guardia di Finanza e della Corte dei Conti. “Qui non stiamo a difendere nessun collega che commette reati, ma non si può creare un clima di paura a medici che si trovano una schiera di malati cronici o critici”, aggiunge. Nelle ultime settimane circa 300 medici di quelli coinvolti nell’inchiesta “Ricetta facile” sono stati contattati per fornire chiarimenti alle Asl e ai magistrati contabili. C’è chi rischia di pagare rimborsi al Servizio sanitario nazionale per 200 mila euro. E tra di loro c’è anche Alex Lieto, medico della Asl di Milano zona Ticinese che durante la manifestazione indossa un cappellino con la scritta: “Eccomi, pago perchè curo le persone”. “Mi sento come uno che ha dato latte ai serpenti e perle ai porci”, racconta Lieto. “La medicina di famiglia è una medicina ad personam, come si fa a standardizzare la cura e la prescrizione quando invece le devi invece personalizzare. Criminalizzare questo processo vuol dire voler cancellare la libera iniziativa del medico”.

    Argomenti:
     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook